Quotidiani locali

Vai alla pagina su Padova calcio
Padova, un sospiro di sollievo per Contessa Zamuner: «Tre punti per le nostre ambizioni»

Padova

serie C, domani arriva il santarcangelo 

Padova, un sospiro di sollievo per Contessa Zamuner: «Tre punti per le nostre ambizioni»

PADOVA. Un sospiro di sollievo attraversa l’ambiente biancoscudato alla vigilia del match dell’Euganeo contro il Santarcangelo, in programma domani alle 18.30. Il rischio di un forfait di Sergio...

PADOVA. Un sospiro di sollievo attraversa l’ambiente biancoscudato alla vigilia del match dell’Euganeo contro il Santarcangelo, in programma domani alle 18.30. Il rischio di un forfait di Sergio Contessa, fermatosi in allenamento due giorni fa per un fastidio all’adduttore sinistro, sembra perdere quota di ora in ora: il terzino sinistro ieri pomeriggio si è allenato a parte, nel corso della seduta a porte chiuse andata in scena allo stadio Appiani, ma il fatto che abbia già ripreso a correre è comunque un segnale confortante.

BUONE SENSAZIONI. La smorfia con cui il terzino pugliese aveva abbandonato il campo giovedì, durante l’amichevole disputata alla Guizza con gli Allievi biancoscudati, aveva fatto temere il peggio. E invece le ore successive al guaio muscolare hanno portato indicazioni confortanti: «Si è allenato a parte, sarà decisiva la rifinitura di oggi pomeriggio per capire se potrà giocare», dice il direttore generale Giorgio Zamuner, «Ma fortunatamente il suo problema è solo un affaticamento. La speranza è che possa essere in campo già domani, a al massimo mercoledì a Ravenna». La sua presenza, insomma, non è comunque garantita, e sarà la rifinitura in programma oggi pomeriggio in via Carducci a sciogliere i dubbi: per sostituirlo, nel caso, il candidato numero uno è l’austriaco Petar Zivkov, che Bisoli ha portato con sé dopo averlo allenato l’anno scorso a Vicenza, visto che il giovane Eyob Zambataro, esterno destro adattabile su entrambe le fasce, anche ieri non si è allenato poiché febbricitante. Per il resto, a parte i soliti Mazzocco e Tabanelli, tutti a disposizione.

VARIAZIONI SUL TEMA. La seduta a porte chiuse di ieri, però, potrebbe aver permesso a Bisoli di sperimentare anche qualche altra alternativa nell’undici che scenderà in campo domani. Il Padova, atteso da tre impegni ravvicinati da qui a domenica prossima, potrebbe operare un moderato turnover: nell’amichevole di giovedì, il tecnico bolognese aveva per esempio sperimentato il giovane Marcandella nella posizione di trequartista, con la possibilità alternativa che anche Capello finisca a giocare dietro le punte, con l’inserimento di Chinellato dal 1’ dopo le ultime due panchine. Attorno alla formazione di domani, insomma, Bisoli ha alzato un alone di mistero, e sarà la rifinitura di oggi a far capire meglio le su intenzioni. L’unica certezza è che, indipendentemente da chi scenderà in campo,il Padova sarà chiamato a vincere. «Portiamo assoluto rispetto per la squadra romagnola, sono in difficoltà, ma noi dobbiamo dare continuità alla vittoria di San Benedetto», la chiosa di Zamuner. «Non abbiamo altre strade: se vogliamo
avere ambizioni di alta classifica, abbiamo un solo risultato».

IL MEMORIAL. Alle 10 di stamattina andrà in scena all'Appiani il triangolare in memoria di Vittorio Scantamburlo tra vecchie glorie, giornalisti e staff biancoscudato.

Francesco Cocchiglia

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista