Quotidiani locali

Bergamin presidente delle biancoscudate 

Accolta la proposta arrivata ieri all’Appiani da Baldina e Agostini. Sei squadre in lizza 

PADOVA. Giuseppe Bergamin resta presidente del Calcio Padova. Non è una boutade, ma un colpo di scena calato allo stadio Appiani. Bergamin diventerà infatti il presidente onorario del Padova femminile. Un annuncio inaspettato e che probabilmente ha colto di sorpresa anche l’ex numero uno di viale Rocco, il quale tuttavia non ha avuto esitazioni nell’accettare la proposta. Ieri mattina Bergamin ha partecipato all’evento al campo di via Carducci che ha riunito tutte le giovani calciatrici interessate ad entrare nel vivaio biancoscudato. Dopo aver parlato alle ragazze, spronandole a seguire la propria passione e ad onorare questa storica divisa, ha ceduto il microfono alla presidente del Padova femminile, Sabrina Baldina, e a Giancarlo Agostini (attivista dell’Avis, main sponsor biancoscudato), che senza troppi giri di parole gli hanno chiesto: «Vuole essere il nostro presidente onorario?». Immediata la risposta: «La proposta mi gratifica, l’accetto con orgoglio». Applausi, strette di mano e un brindisi alla prossima stagione che, nei piani della società, vedrà le ragazze della prima squadra lottare per una storica promozione in A.

In ogni caso il progetto del Padova femminile continua ad espandersi, grazie proprio ad un evento come quello di ieri, che ha visto una cinquantina di ragazze (dagli 8 ai 14 anni) arrivare da tutta la provincia per un allenamento dimostrativo con i tenici biancoscudati. Se non ci dovessero essere intoppi, saranno sei le formazioni
femminili. Oltre alle prime squadre di calcio a 11 e calcio a 5, saranno confermate la Primavera, le Giovanissime e le Esordienti, alle quali si uniranno per la prima volta le Primi Calci, dove far confluire le bambine delle annate dal 2007 al 2010.

Stefano Volpe

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics