Quotidiani locali

Under 20, Vido (Cittadella) porta l'Italia in semifinale

I ragazzi di Evani piegano lo Zambia 3-2 nei supplementari, decide la punta granata. E ora l’Inghilterra

ROMA. Storica impresa della Nazionale Under 20 che per la prima volta nella sua storia si qualifica alle semifinali del Mondiale di categoria. Una grande Italia, guidata dal cuore e dal carattere, si impone contro lo Zambia per 3-2 ai tempi supplementari dopo aver giocato in dieci uomini gran parte della partita ed aver rimontato per due volte lo svantaggio.

Una vittoria che sa di rivincita, quella sullo Zambia in Corea, lì dove 39 anni fa l’Olimpica azzurra guidata da Francesco Rocca (e con il tecnico di oggi, Evani, allora riserva in panchina) subì dalla nazionale africana una delle storiche disfatte azzurre, un incredibile 0-4. Stavolta è andata diversarmente, e la vittoria sa di impresa. «Avete scritto una splendida pagina della storia azzurra, siete il futuro» esulta dall’Italia il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, e con lui gli azzurri della nazionale di Ventura, che applaudono un gruppo di ragazzi capaci di vincere in 10 contro 11.

L’espulsione di Pezzella al 41’ era stata decisa dall’arbitro dopo il ricorso al sistema Var. Inizialmente l’ecuadoregno Zambrano aveva concesso il rigore allo Zambia ma non aveva espulso l’azzurro, poi su segnalazione di un assistente ha visto i filmati e deciso che si trattava di una punizione dal limite ma anche di un intervento da punire con l’espulsione. Tutto ciò dà ancora più valore alla vittoria dell’Italia, che giovedì a Jenjou (ore 21 locali, le 13 a Roma) dovrà vedersela in semifinale contro la temibile Inghilterra, che ha battuto il Messico. Dall’altra parte del tabellone se la vedranno Venezuela e Uruguay, quest’ultimo avversario dell’Italia nella fase a gironi.

La vittoria sullo Zambia è firmata dai gol di Orsolini, Dimarco e Vido, ma è soprattutto il successo del gruppo che non ha mai mollato in una partita da subito in salita per l’Italia. Gli africani erano passati in vantaggio al 4’ con Daka, autore di un astuto pallonetto. E tutta la fase iniziale ha visto gli azzurrini spesso in difficoltà.
Al 41’ l’ episodio chiave: l’arbitro Zambrano, che inizialmente aveva assegnato il calcio di rigore per lo Zambia a seguito di un intervento di Pezzella su Chilufya nei pressi del limite dell’area di rigore azzurra, dopo aver fatto ricorso alla Var, opta per il calcio di punizione e per il cartellino rosso nei confronti dell’azzurro, che esce dal campo incredulo. Pareggio italiano nella ripresa, al 5’, con l’ascolano Orsolini. ma a 7’ dal termine torna avanti lo Zambia, sempre pericoloso in contropiede. Destro potente di Sakala, ma la gioia dura pochissimo: al 40’l’Italia realizza il 2-2 con una punizione magistralmente battuta da Dimarco a fil di palo.

Servono

i supplementari. E al 111’arriva la storica rete del successo: Vido, attaccante del Cittadella, scuola milanista, si conquista un corner e poi sul cross di Dimarco svetta in area segnando di testa il gol vittoria del 3-2. Esplode l’entusiasmo. Prossimo ostacolo, l’Inghilterra in semifinale.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics