Quotidiani locali

Pallamano, Padova diventa capitale per quattro giorni

Presentato il playoff mondiale donne del 10 giugno Italia-Serbia alla Kioene Arena Dal 7 ci sono anche le finali nazionali Under 18 maschili e femminili: si gioca su 5 campi

PADOVA. Un palcoscenico inedito e prestigioso per tentare un'impresa storica. La pallamano italiana si appresta a vivere una delle sue giornate più importanti il prossimo 10 giugno, quando alla Kioene Arena di Padova la Nazionale femminile affronterà la Serbia nell'andata dei playoff ad eliminazione diretta per conquistare un posto ai Mondiali 2017. Per questo sport, poco praticato in Italia ma molto diffuso a livello internazionale, sarà una grande occasione per farsi conoscere grazie anche alle finali dei Campionati italiani Under 18 maschili e femminili che si svolgeranno dal 7 al 10 giugno tra Padova, Mestrino, Camisano Vicentino, Schio e Torri di Quartesolo. Tranne nell'edizione 2001, quando partecipò alla rassegna iridata in quanto Paese organizzatore, l'Italia della pallamano non ha mai centrato la qualificazione ai Mondiali femminili. A nove anni di distanza dall'ultimo accesso ai playoff, le azzurre hanno conquistato il diritto di ritentare la storica impresa, dopo aver eliminato nel girone eliminatorio Israele e Portogallo. Nel gruppo che affronterà le temibili serbe ci sono anche due padovane: il pivot Angela Cappellaro e il centrale Irene Fanton, cresciute entrambe nel Rubano, maturate a Mestrino e oggi in forza a due squadre norvegesi, lo Skrim Knogsberg e il Flint Tonsberg.

«Abbiamo scelto il Veneto e Padova in particolare perché qui la pallamano esiste e c'è grande capacità organizzativa», ha sottolineato ieri a palazzo Moroni Pasquale Loria, presidente della Figh (Federazione italiana giuoco handball), «Per la prima volta in Italia una partita di handball si disputerà in un palazzetto da 4.400 posti, dove la pallamano non era mai entrata prima. Per noi sarà anche questa una sfida, con l'obiettivo di riempire la Kioene Arena e far conoscere a tante persone questo sport meraviglioso».

Parole ribadite anche dal vicepresidente federale, il padovano Gianni Cenzi, che insieme alle società Cellini Padova, Alì Mestrino, Emmeti Group, Us Torri, Pallamano Camisano e Pallamano Schio sta curando l'organizzazione di questo evento. Approdare ai Mondiali tuttavia non sarà facile.A differenza dell'Italia, dove l'handball rientra tra gli "sport minori", nei Paesi della

ex Jugoslavia questa disciplina è molto amata e diffusa. La Serbia femminile è stata vice campione del mondo solo quattro anni fa, nel 2013. Una ragione in più per andare a sostenere le azzurre in questa attesa sfida, che avrà inizio alle 16.30 e verrà trasmessa in diretta tv su Sportitalia.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri