Quotidiani locali

Vai alla pagina su Cittadella calcio
Citta, appuntamento con la storia

Cittadella

Citta, appuntamento con la storia

Non è mai arrivato quarto da quando gioca tra i cadetti. E ci sono i playoff da conquistare

CITTADELLA. Appuntamento con la storia. A prescindere dal fatto se i playoff si disputeranno o meno, il Cittadella ha l'occasione di centrare il suo miglior piazzamento di sempre, migliorando il sesto posto del campionato 2009/10. Prima della trasferta di Chiavari in casa dell'Entella, che chiuderà la stagione regolare, gli uomini di Roberto Venturato sono quarti. Una posizione che, se confermata, garantirebbe un vantaggio non da poco negli spareggi-promozione, perché consentirebbe di saltare il primo turno e recuperare energie che, con 42 logoranti giornate alle spalle, sono preziosissime. «Ci giochiamo i punti più importanti del torneo», ammette il tecnico granata, partito ieri pomeriggio con 20 uomini alla volta della Liguria. «In questi giorni abbiamo cercato di lavorare molto sul recupero delle energie fisiche e nervose, per arrivare pronti a una gara in cui servirà concentrazione».

Purtroppo ci arrivate anche con qualche infortunio di troppo, a partire da quelli di Scaglia e Litteri, senza contare il forfait di Vido, l'attaccante più in forma del momento, volato in Corea per i Mondiali Under 20. «Litteri è ancora fermo, o meglio: sta lavorando a livello muscolare ma deve evitare gli scontri e quindi si è allenato a parte. La maschera protettiva che dovrà indossare per giocare è pronta, per cui potrà rientrare per gli eventuali playoff. Un discorso analogo vale per Varnier, che non è a disposizione: ha rimediato una piccola frattura sotto l'occhio e dovrà pure lui indossare una maschera protettiva per giocare. Manca anche Benedetti, mentre la nota positiva è il rientro di Kouamé, che non è al top e tuttavia si è allenato bene negli ultimi giorni. La novità è la presenza del giovane Fasolo, attaccante che è rientrato da un lungo infortunio sabato scorso, giocando con la Primavera e segnando anche un gol: è un ragazzo di grandi qualità, che siamo contenti di recuperare e che potrà essere utile durante la partita».

Quanto è importante arrivare quarti? «Molto, perché ci garantirebbe una settimana di lavoro in più. Per centrare l'obiettivo servirà mantenere alta l'attenzione per tutto l'incontro, perché davanti avremo un avversario tosto».

Un avversario, però, che non ha più nulla da giocarsi, che viene da cinque sconfitte consecutive e che non potrà contare su molti elementi di spessore, a partire dal bomber Caputo, che si è chiamato fuori negli ultimi giorni per un problema al polpaccio. «Io credo che comunque l'Entella farà di tutto per giocarsela sino in fondo e salutare nel migliore dei modi il proprio pubblico. Appena 15 giorni fa abbiamo vissuto una situazione simile in trasferta a Pisa, contro una squadra che ci ha affrontato con grande generosità e determinazione, nonostante non avesse più obiettivi davanti: mi aspetto la stessa cosa anche a Chiavari, dove troveremo una squadra che ha una rosa di prim'ordine e che ha cambiato allenatore recentemente (ora in panchina siede Gianpaolo Castorina, che ha rilevato Breda, ndr) per dare una scossa».

Ha eventuali preferenze relative all'avversario da incontrare ai playoff? «Ci sono talmente tante variabili in ballo che, sinceramente, non ho proprio considerato questo aspetto. Può sul serio succedere di tutto, sapremo solo alla fine quale futuro ci attende ed è inutile star lì a pensarci ora». Due gli ex nelle file liguri, Pellizzer, già capitano sotto le mura, e Pecorini; l'unico in quelle padovane è Litteri, che però non sarà presente. Occorrerà stare attenti anche alle ammonizioni, perché un'eventuale squalifica sarà scontata ai playoff: in diffida, tra i convocati,

figurano Chiaretti, Iunco, Kouamé e Valzania. Infine una curiosità: maggio si conferma un mese d'oro per Venturato, le cui formazioni viaggiano alla media di 2 punti netti a partita, frutto di un bilancio di 11 vittorie, un pareggio e 5 sconfitte in 17 match. Perché mai fermarsi adesso?

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie