Quotidiani locali

Vai alla pagina su Padova calcio
Il Padova sfata il tabù Modena e sale al secondo posto

Padova

Il Padova sfata il tabù Modena e sale al secondo posto

Decide il gol del capitano Neto Pereira costretto a uscire alla mezz'ora per infortunio

MODENA. Il Padova infrange il tabù-Modena, campo sul quale non vinceva dal lontano 1968, e grazie all'1-0 del "Braglia" sale al secondo posto in classifica, approfittando del passo falso del Parma contro il Fano, e ora attende la replica del Venezia capolista, distante 5 punti, impegnato lunedì nel posticipo di Bassano. Decidono il gol di Neto Pereira, che però esce dopo mezz'ora per infortunio, e le parata di un Bindi strepitoso.

L'avvio del Padova è promettente, e produce subito i suoi frutti. Neto Pereira, sul corner di Emerson, al 13' colpisce di testa senza impensierire Manfredini, facendo però le prove generali per il vantaggio che arriva al 21'.

Altinier prolunga un lancio dalle retrovie, ed è lo stesso brasiliano ad anticipare Ambrosini con un destro dal limite che si insacca all'angolino basso. Dopo la timida reazione dei padroni di casa, che per due volte cercano il pari (senza trovarlo) con Diop, la doccia fredda: Neto è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare, e la squadra di Brevi perde il capitano dopo solo 33 minuti.

Il primo tempo si conclude comunque sullo 0-1, e ad inizio ripresa sono ancora i biancoscudati a cercare la via della rete: Mandorlini costringe Manfredini alla respinta con una botta da fuori area al 4', ma due minuti dopo il Modena si fa pericolosissimo con Diop e Fautario, che per due volte trovano la risposta di Bindi quando la rete del pari sembra ormai cosa fatta.

L'estremo difensore padovano è costretto a ripetersi ancora su Diop, perché il Modena alza la pressione e ricaccia il Padova all'indietro. Al 90' pure l'ex biancoscudato Diakite ci prova di testa, ma trova sulla sua strada la risposta di un Bindi in giornata di grazia.

MODENA-PADOVA 0-1

MODENA (3-4-3): Manfredini; Ambrosini, Milesi, Fautario; Calapai, Remedi, Schiavi, Popescu (35' st Loi); Basso (12' st Diakite), Diop, Nolè. A disposizione: Costantino, Cheli, Guardiglio, Marino, Accardi, Ravasi, Olivera, Salifu, Aldrovandi. Allenatore: E. Capuano.

PADOVA (3-5-2): Bindi; Sbraga, Emerson, Cappelletti; Madonna, De Risio, Mandorlini, Dettori, Favalli 6

(35' st Russo); Altinier (16' st De Cenco), Neto Pereira (36' pt Alfageme). A disposizione: Favaro, Tentardini, Berardocco, Bobb, Monteleone, Gaiola, Mazzocco, Boniotti. Allenatore: O. Brevi. Arbitro: Fourneau di Roma 1 (Manzolillo-Pepe).

Rete: 21' pt Neto Pereira.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista