Quotidiani locali

Rinasce il Gs Tavo e torna la Coppa

Ciclismo. Rifondata la società, con Bisello presidente. La 35ª edizione della corsa per Allievi il 4 giugno

VIGODARZERE. Non è ancora primavera, ma è ufficialmente risbocciato il Gs Tavo. La gloriosa società ciclistica padovana, che aveva chiuso i battenti nel 2006 per motivi economici e scarsità di risorse umane, è rifiorita su iniziativa di alcuni ex atleti. Con il permesso dei capostipiti del Gs Tavo, gli ex corridori hanno rifondato il club per riportare in auge il ciclismo giovanile nella frazione di Vigodarzere.

Fondato nel 1960, il sodalizio dagli inconfondibili colori rosso e verde, lanciò Mauro Salvato, vincitore nel 1979 della famosa Coppa d’oro di Borgo Valsugana, riservata alla categoria Allievi, oltre a Flavio Miozzo, Carlo Finco, Roberto Zoccarato e Claudio Zampieron. Vecchie glorie tutte presenti al pranzo sociale, svoltosi nei giorni scorsi al “Bistrot del Mar” di San Giorgio in Bosco, il locale gestito dallo stesso Salvato.

All’evento conviviale hanno presenziato anche il sindaco di Vigodarzere, Adolfo Zordan, l’assessore allo Sport Enrico Steffani e il neo-presidente della Fci regionale Igino Michieletto.

Prima ancora della festa d’inizio anno, il Gs Tavo aveva definito il consiglio direttivo, eleggendo presidente Manuel Bisello, ex corridore che tanto ha dato al ciclismo rossoverde e non solo. Accanto a lui, presidente onorario è stato nominato Ivone Zanon, storico fondatore del club. Vicepresidente è Gilberto Nalesso, Simone Peron il segretario, Vanni Trento il cassiere; gli altri consiglieri sono Donald Crivello e Davide Lorenzato.

«Quando vennero a mancare due pilastri come Romildo “Teo” Salmaso e Romeo Breda, il Gs Tavo terminò la propria attività», ricorda Bisello. «Siamo, però, rimasti in contatto tra ex atleti e abbiamo deciso di ricominciare con l’obiettivo di allestire una squadra di Giovanissimi entro il 2018». L’affiliazione alla Fci è già stata ratificata nel giugno 2016 e nei mesi scorsi si sono svolte diverse uscite cicloturistiche con un gruppo formato da circa 40 cicloamatori.

La prossima tappa riguarderà l’organizzazione di una gara Allievi, in programma il 4 giugno a Tavo. «Ritornerà la Coppa Città di Tavo, giunta ormai alla sua 35ª edizione», annuncia Bisello. «La intitoleremo

a “Teo” Salmaso. Anche se in questo momento ci sentiamo sulla cresta dell’onda, gestire una società è un bell’impegno. Abbiamo però sette sponsor-amici che ci sostengono in quest’avventura. Faremo del nostro meglio per rilanciare le due ruote a pedali a Tavo».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie