Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

LE PAGELLE. PELLIZZER E RIGONI I MIGLIORI

6.5 PIEROBON Il primo intervento dopo 7’ su tiro (telefonato) di Vantaggiato, poi altre due parate, rannicchiandosi su se stesso, su cross di Jelenic. Sicuro in uscita, attento e severo quanto basta...

6.5 PIEROBON Il primo intervento dopo 7’ su tiro (telefonato) di Vantaggiato, poi altre due parate, rannicchiandosi su se stesso, su cross di Jelenic. Sicuro in uscita, attento e severo quanto basta con i compagni, il “vecio” si guadagna la pagnotta senza sudare troppo.

6.5 Cappelletti Cancella Jefferson, un fantasma sul fronte sinistro dell’attacco toscano, e poi limita notevolmente Jelenic.

6 scaglia La sua partita dura 27’, quando è costretto ad alzare bandiera bianca in un disimpegno. Sin ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

6.5 PIEROBON Il primo intervento dopo 7’ su tiro (telefonato) di Vantaggiato, poi altre due parate, rannicchiandosi su se stesso, su cross di Jelenic. Sicuro in uscita, attento e severo quanto basta con i compagni, il “vecio” si guadagna la pagnotta senza sudare troppo.

6.5 Cappelletti Cancella Jefferson, un fantasma sul fronte sinistro dell’attacco toscano, e poi limita notevolmente Jelenic.

6 scaglia La sua partita dura 27’, quando è costretto ad alzare bandiera bianca in un disimpegno. Sin lì aveva tenuto bene, arginando sia Galabinov che Vantaggiato. È una contrattura, speriamo recuperi in tempo per la gara con la Ternana.

6 CAMIGLIANO Ingaggia un aspro duello con il bulgaro, che all’inizio gli va via facilmente e crea allarme nella difesa granata, poi, aiutato da Pellizzer, gli prende le misure e sale di tono, e di qualità, nella ripresa.

7 PELLIZZER Il capitano è il migliore con Rigoni. Sicuro, perfetto negli stacchi, deciso quanto basta per spazzare via. E poi ha il grande merito di procurarsi il rigore che decide le sorti della sfida, con un colpo di testa neutralizzato dal braccio proteso di Galabinov. Bravo davvero!

6 BARRECA Meno effervescente che in altre occasioni, ma non perché Jelenic gli crei particolari problemi quanto perché spesso commette errori di misura nei passaggi. Quando parte palla al piede, come nella ripresa, non lo ferma nessuno, solo che tende a strafare.

6 BAZZOFFIA Fa delle cose buone nei primi 45’, costringendo Djokovic in affanno, tuttavia non riesce ad incidere come dovrebbe, provando anche un paio di conclusioni a rete che non risultano felici.

6 PAOLUCCI Contributo sufficiente, e di esperienza.

7 RIGONI La sua regia è impeccabile. Si piazza davanti alla difesa e distribuisce palloni con saggezza e lucidità. Non solo, di testa spazza via quando la pressione del Livorno si fa insistente. È insostituibile.

5.5 benedetti Fa arrabbiare spesso Foscarini, il quale non ha tutti i torti. Tende a portare troppo il pallone, invece di toccarlo subito di prima. Ammonito, salterà la gara con la Ternana in quanto diffidato.

5.5 MINESSO Sarebbe da sufficienza piena, invece gli togliamo mezzo punto perché in 3-4 circostanze sbaglia clamorosamente il passaggio finale per colpire mortalmente. E questo non è ammissibile.

5.5 STANCO Lavora come sempre per la squadra, ma non è mai pericoloso.

6.5 SGRIGNA Nono centro, terzo su rigore. Il romano pennella anche la punizione per Pellizzer da cui scaturisce il penalty. Peccato solo che un paio di passaggi finali per i compagni in area non siano dei migliori.

sv CORALLI(s.e.)