Menu

dopo i successi con l’esedra don bosco

La Solesinese ora pensa in...Grandis

Il nuovo tecnico è un debuttante: «Sfida difficile ma stimolante»

SOLESINO. Un debuttante che vuole dimostrare di essere all’altezza. In Promozione occasione da non fallire per Enrico Grandis, il nuovo allenatore che la Solesinese ha scelto per raccogliere l’eredità di Massimiliano Sabbadin, salito in Eccellenza sulla panchina del Pozzonovo. Una decisione coraggiosa quella della società granata, vera e propria veterana di una categoria in cui gioca ininterrottamente dal 1993, che punta tutto sull’entusiasmo di un tecnico all’esordio assoluto in Promozione dopo l’ottimo biennio vissuto tra Prima e Seconda al timone dell’Esedra Don Bosco. «Per me è un’occasione unica e farò di tutto per farmi trovare pronto», suona la carica il diretto interessato, 44 anni, che vive ad Abano e lavora nella sede padovana della Cassa di Risparmio del Veneto. «Approdo in una società solida e blasonata, una sfida difficile ma stimolante. Il primo obiettivo sarà valorizzare al massimo le risorse, creando una perfetta sinergia tra fuori quota e giocatori di esperienza. Nei prossimi giorni vedremo se riusciremo ad integrare la rosa con qualche innesto di qualità».

All’ex allenatore dell’Esedra Don Bosco spetterà il compito di riportare ai playoff una squadra che nell’ultima stagione ha fallito l’obiettivo proprio in volata. «A Solesino ho trovato un ambiente sano, consapevole

ed esigente. In un campionato duro come la Promozione penso sia fondamentale preparare bene la squadra sul piano fisico, cercando di impostare un sistema di gioco chiaro e condiviso da tutti i ragazzi. Mi aspetto un torneo equilibrato, bisognerà lavorare anche sui dettagli».

(m.l.)

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro