Menu

San Paolo, sì all’esercizio provvisorio

Il curatore fallimentare concede 40 giorni: le squadre giovanili possono giocare

PADOVA. Autorizzazione concessa. Il San Paolo Padova ha ottenuto dal curatore fallimentare Marco Amato il via libera all’esercizio provvisorio per 40 giorni (a partire da ieri) e quindi le giovanili del club potranno scendere in campo sino al 16 luglio. Una piccola vittoria dopo il fallimento decretato lo scorso 30 maggio da parte del Tribunale di Padova in seguito all'istanza presentata dall'ex direttore tecnico Renato Candier. «È andato tutto come speravamo», spiega il legale del club, Diego Bonavina. «Le giovanili potranno ora disputare le finali di categoria e gli eventuali tornei ai quali si sono iscritte. Finchè c'è l'esercizio provvisorio, non potrà essere revocata l'affiliazione alla Figc».

Ieri sera gli Esordienti hanno così giocato la finale del Torneo Beggiora di Busa di Vigonza contro la Vigontina, mentre i Giovanissimi Sperimentali sono scesi in campo per la semifinale del Torneo di Solesino contro la Clodiense. Oggi gli Allievi Sperimentali affronteranno alle 20.30 la finale del Torneo Beggiora di Busa contro la Vigontina. L'attesa maggiore è per la finale di Coppa Veneto, che i gialloblù disputeranno alle 17.30 contro la LiventinaGorghense. Domani per il Torneo Città di Padova gli Allievi Provinciali giocheranno la semifinale contro la Thermal Abano Teolo (ore 10.30).

Se il presente è salvo, il futuro è un rebus difficile da districare. Serve al più presto un imprenditore interessato a rilevare il titolo sportivo della società e ad iscriverla entro il 12 luglio al prossimo campionato di serie D. Si era parlato di una possibile cordata di genitori, ma l'ipotesi pare di difficile concretizzazione. L'interesse di un imprenditore consentirebbe al curatore fallimentare di indire l'asta per l’acquisizione del titolo. Non dovesse presentarsi nessuno, al San Paolo Padova sarebbe revocata l'affiliazione alla Figc. Rimarrebbe vivo il titolo del Caet San Paolo Asd, di cui fanno parte tre squadre Pulcini. Anche in questo caso serve però un imprenditore che possa

iscrivere il club alla Terza Categoria. L'ipotesi finale è ricostituzione di una società ex novo, quindi con una denominazione diversa, che possa partire pulita dalla Terza. È quindi corsa contro il tempo per salvare una realtà che ha il maggior numero di tesserati nel Padovano. (f.fr.)

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro