Menu

una sconfitta di misura in casa

Loreggia beffato dall’Eurocalcio

Annullato a Dalla Gasperina un gol per dubbio fuorigioco

LOREGGIA. Il Loreggia semina, l’Eurocalcio raccoglie. I padovani cadono di fronte alla seconda della classe dopo un ottimo primo tempo e un gol annullato per dubbio fuorigioco, pagando dazio agli errori sotto porta e alla minore esperienza.

Il gol. I padroni di casa, con Marchesan (rasoterra a lato di un soffio), Volpato (pallonetto respinto in corner) e Stocco sfiorano ripetutamente il gol. Che arriva poco dopo la mezzora: Dalla Gasperina ribatte da pochi passi su respinta del portiere; ma per l’arbitro è fuorigioco e si resta sullo zero e zero, tra le proteste dei tifosi loreggiani. Lo stesso Dalla Gasperina coglie 10’ più tardi la traversa su una punizione, mentre allo scadere Marchesan spreca di nuovo a pochi passi dalla porta. Al rientro dagli spogliatoi, il Loreggia attorno al quarto d’ora si rende pericoloso con un dribbling in area del solito Dalla Gasperina e la punizione a girare di Stocco. Rispondono di nuovo i vicentini con Savio, che beneficia di un traversone ma spara fuori da pochi passi mentre gli avversari chiamano il fuorigioco. Qualche altra occasione da una parte dall’altra, finché a dieci minuti dal termine matura l’episodio chiave: cross di Mauro Dissegna per Cogo, grande stacco di quest’ultimo che incorna e piazza il pallone vicino al sette. I biancorossi di casa tentano di reagire alla doccia fredda, ma il risultato non cambia.

Promossi. Il Loreggia è cresciuto come squadra e come gioco. E si è visto dalle azioni. L’Eurocalcio ha fatto valere la maggiore esperienza nel cinismo del gol partita.

Bocciati. Il risultato è ingiusto, ma la regola del gol sbagliato gol subito è implacabile. Qualche perplessità sull’arbitraggio, per la rete annullata nel primo tempo e per qualche fallo non fischiato nel secondo.

Hanno detto. «Che posso dire? Che mi dispiace, soprattutto per il lavoro fatto con i ragazzi e per l’impegno che ci hanno messo», allarga le braccia

mister Roberto Salvalajo, senza perdere tuttavia il consueto aplomb. «Non ci resta che continuare a batterci». Non batte ciglio il collega Paolo Zanon dell’Eurocalcio: «Incassiamo i tre punti, anche se riconosciamo il valore del Loreggia, che non meritava di perdere».

Roberto Turetta

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro