Menu

Vai alla pagina su Padova calcio

Calcio, il nuovo Padova di Serena è (quasi) fatto

Nel test di ieri 16 gol alla Virtus. Consegnate le liste in Lega: fuori Perna, Modesto e Laczko

PADOVA. La “cura Serena” va avanti giorno dopo giorno per provare a ricucire la classifica ma anche lo “strappo” profondo creatosi tra la squadra e i suoi tifosi. Così ieri pomeriggio, sul campo sintetico del Bassanello, il test contro la Virtus Padova è servito sia per permettere al tecnico biancoscudato di prendere confidenza con la sua rosa, sia per provare a riavvicinare i tifosi. Erano quasi un centinaio i fedelissimi che si sono accalcati alla rete di recinzione per cercare di intuire cosa potrà combinare il tecnico veneziano per centrare l'impresa salvezza.

Avanti con il trequartista. L'indicazione, ancora una volta chiara, è che Serena voglia lanciare un Padova più spregiudicato, con un trequartista dietro due punte. Ieri nel ruolo si sono alternati Moretti e Pasquato, quest'ultimo in predicato di vestire i panni di rifinitore sabato a Palermo. Per il resto l'allenatore ha mischiato molto le carte, sistemandosi non in panchina ma al centro del terreno di gioco. Con una pettorina gialla addosso, ha guidato i suoi direttamente dal campo, dispensando consigli ad ogni azione, applaudendo o spronando i giocatori ed interrompendo anche la partita, se necessario, per dare qualche indicazione. Al di là dei 16 gol segnati contro una formazione mista di giocatori di Seconda Categoria e di juniores, ai quali si sono aggiunti Feczesin e Buonaiuto nel primo tempo, Diakite, Voltan e Radrezza nella ripresa, si è vista una squadra che ha provato a giocare a ritmi alti e con palla a terra. Le due punte si sono mosse molto, stando vicine e allargandosi spesso per permettere anche gli inserimenti dei mediani. E proprio a centrocampo si insinuano i dubbi maggiori del tecnico, che ha recuperato pienamente Iori e deve scegliere chi schierare da mezz’ala tra un Cuffa molto ispirato in zona-gol, Osuji e La Camera. In difesa, al fianco di Benedetti ha giocato Santacroce, che potrebbe anche essere preferito a Kelic. Vinicius dovrebbe sostituire Di Matteo come terzino sinistro, mentre dalla parte opposta si è fatto largo Almici.

Chi ci sarà davanti? Vantaggiato e Melchiorri si sono mossi bene, ma è difficile che si possa rinunciare a Rocchi, schierato ieri al fianco di Improta. L'impressione è che Serena abbia ancora più di un dubbio e deciderà solo all'ultimo.

Liste consegnate. Oggi la squadra tornerà ad allenarsi sul sintetico di Solesino alle 15, dopodiché dovrebbe andare in ritiro ad Abano prima di effettuare la rifinitura domani mattina a Bresseo e partire nel pomeriggio per Palermo. Ieri sera sono state consegnate anche le liste alla Lega di serie B, con i tre “tagli” inevitabili per non sforare il limite di 18 giocatori over 21. Anche se manca l’ufficialità, sono stati esclusi Perna, che ha rifiutato un paio di squadre e la rescissione contrattuale, Modesto e Laczko.

Virtus Padova-Padova 0-16

Virtus Padova: Zaccheo, Contiero, Frison, Borrasso, Di Pasquale, Bortolami, Rossato, Bresci, Fusari, Feczesin, Bonaiuto. Nella ripresa sono entrati: Baganello, Masiero, Milani, De Lazzari, Hoxia, Di Lenardo, Corsi, Giannesini, Noventa, Pasqualetto, Crivellaro, Bassetti, Voltan, Radrezza, Diakite. All. Ferri.

Padova primo tempo: Mazzoni; Almici, Santacroce, Benedetti, Vinicius; Osuji, Iori, Pasa; Moretti; Melchiorri, Vantaggiato. Padova secondo tempo: Nocchi; Ceccarelli, Kelic, Carini, Di

Matteo; La Camera, Musacci, Cuffa; Pasquato; Improta, Rocchi. All. Serena.

Reti: nel pt 15' Vantaggiato, 21' e 24' Melchiorri, 25' Moretti, 28' Osuji, 24' Pasa; nel st 3' e 26' Cuffa, 9', 11' e 20' Rocchi, 17' e 32' Pasquato, 29', 36' e 38' Improta.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro