Menu

La Thermal Abano ci mette il cuore e batte la Mestrina: applausi alle tre giovanissime

La vittoria del cuore e dell’orgoglio. La Thermal Abano ritrova forza e morale e supera sul campo amico la Mestrina restando avvinghiata alla zona playoff. Davanti a una folta cornice di pubblico, le...

La vittoria del cuore e dell’orgoglio. La Thermal Abano ritrova forza e morale e supera sul campo amico la Mestrina restando avvinghiata alla zona playoff. Davanti a una folta cornice di pubblico, le aponensi devono però soffrire oltremodo per piegare la resistenza delle veneziane riuscendo a spuntarla solo nel finale, grazie ai tre virgulti del vivaio: Giada Zecchin (nella foto), Elisabetta Mario e Marta Masiero. Una gara iniziata malissimo, coronata da una rimonta strepitosa, che ha coinvolto in un crescendo emozionale anche i tifosi di casa.

Nei primi minuti, la temibile americana Drefs (al rientro dopo un periodo di stop) incute un certo timore reverenziale alla Thermal, memore delle sconfitte rimediate nel doppio confronto la scorsa stagione. Pronti via e le ospiti piazzano un parzialone (0-11), che annichilisce le termali. Per tamponare l’emorragia, Abano deve aspettare il 5’, quando Molon segna dall’angolo sbloccando il tabellone luminoso. A cavallo di primo e secondo quarto, dieci punti filati di Piva infondono fiducia al gruppo biancoverde, che inizia a rincorrere chiudendo sotto di sei all’intervallo lungo (22-28). Nella ripresa, una buona difesa e le scelte assennate in attacco riportano le ragazze di Davide Franceschi in linea di galleggiamento (36-38).

Con Boldrin e Molon out per cinque falli, il quintetto aponense è completato nell’ultima frazione da Zecchin e dalle baby Masiero e Mario (atlete classe 1996), che propiziano il sorpasso e lo strappo decisivi.

«Le penetrazioni di Zecchin

e l’attenta difesa di Mario e Masiero», sottolinea coach Franceschi, «ci hanno permesso di vincere la partita. È stata una settimana difficile, in cui tra infortuni e influenze abbiamo svolto soltanto due allenamenti. Non avremo espresso un bel gioco, ma è stata una partita di gran cuore».

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro