Menu

calcio eccellenza: i biancazzurri sono primi in classifica

Il duo Correzzola-Bellemo fa volare il Pozzonovo

POZZONOVO. Due vittorie su due, otto gol fatti e appena uno subìto, primo posto in classifica e tanta voglia di continuare a stupire. In Eccellenza non smette di sbalordire il Pozzonovo di Valeriano...

POZZONOVO. Due vittorie su due, otto gol fatti e appena uno subìto, primo posto in classifica e tanta voglia di continuare a stupire. In Eccellenza non smette di sbalordire il Pozzonovo di Valeriano Fiorin, che dopo il rotondo 4-1 rifilato all’esordio al Campodarsego (che non sembrava fosse frutto di una netta superiorità) ha spazzato via con un secco 4-0 anche i veronesi del Lugagnano. che poco hanno potuto contro la furia agonistica buttata in campo dai padovani.

Un poker in trasferta valso il primo posto del girone A in tandem con il Rovigo: in cinquant’anni di storia la società biancazzurra non era mai stata così in alto. Ma soprattutto non era mai partita così a razzo in campionato. «Questo è appena il nostro terzo anno di Eccellenza ma l’ossatura del gruppo è quasi sempre rimasta la stessa», gongola il direttore sportivo Carlo Marzola «Onestamente non ci aspettavamo un avvio così scoppiettante ma non sono sorpreso delle prestazioni dei singoli, in estate abbiamo puntellato con innesti di qualità una rosa già competitiva. Il mister sta facendo un gran lavoro e alle spalle della squadra c’è un bel gruppo di dirigenti, bravi a trasmettere a tutto l’ambiente un clima di serenità e familiarità».

A far volare il Pozzonovo è pure lo stato di grazia dei due attaccanti, Gianluca Correzzola e Nicolò Bellemo, già a segno rispettivamente cinque e due volte in soli 180’. «Sono due bravi ragazzi che si integrano alla perfezione. Gianluca si è calato alla grande in questa categoria portandoci esperienza e professionalità e dentro l’area è davvero micidiale. Nicolò aveva sempre fatto bene in Promozione e ha la grande dote di sacrificarsi tantissimo per la squadra. Con loro due lì davanti saranno dolori per

molti». Dove vuole arrivare questo Pozzonovo? «Non mettiamo le mani troppo avanti. L’obiettivo resta una salvezza tranquilla, anche se siamo consapevoli di avere una squadra che può dare fastidio a tutti. Il sogno è finire il campionato nella metà alta della classifica».

Matteo Lunardi

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro