Menu

Ferretti confermato alla guida dell’Aicb

Nasce un nuovo club ad Altichiero, “Lady B”, intitolato alla “vice” Barbara Carron. Presidente è Ruggero Ranzato

PADOVA

Uniti dalla fede, divisi dallo stadio. Il primo week end di campionato del 2012 ha regalato la festosa intrusione degli ultras biancoscudati a Cittadella, con un centinaio di ragazzi della “Fattori” che ha popolato gli spalti del Tombolato, non potendo raggiungere Ascoli, considerato il costante divieto di trasferta per i non possessori della Tessera del tifoso. La politica della frangia più “calda” del tifo padovano resta coerente: l’avversione alla Tessera continua, nonostante la dolorosa rinuncia a seguire la squadra lontano dall’Euganeo.

Ad Ascoli, invece, c’erano una sessantina di tifosi dei club, con il neonato gruppo “Giarre biancoscudata”, che ha organizzato la trasferta proprio nei giorni in cui l’Aicb ha riorganizzato le fila del direttivo. Venticinque club riconosciuti ufficialmente e sparsi per tutta la provincia, l’orgoglio di aver partecipato a nove trasferte nel solo girone d’andata e un movimento in lenta ma costante crescita. Con un unico filo conduttore: il presidente Giorgio Ferretti. Per il sesto anno consecutivo è infatti stato riconfermato alla guida dell’Aicb, dopo decenni trascorsi nella segreteria del vecchio Ccb, nonostante qualche voce di un possibile passaggio di testimone: «Sarei anche pronto a lasciare la guida a qualcun altro, ma nessuno vuole assumersi l’incarico - spiega Ferretti - In tanti mi chiedono di andare avanti e io lo faccio con piacere. Siamo contenti dell’ultima trasferta, soprattutto per il comportamento dei giocatori, che al fischio finale sono corsi a salutarci, lanciandoci le maglie».

Nel frattempo, è pronto ad essere battezzato un nuovo club. Dopo i ragazzi di Castelbaldo, che hanno voluto dedicare il proprio sodalizio a Marcello Cestaro, un gruppo di tifosi di Altichiero (con sede nei locali della polisportiva Libertas) ha fondato il club “Lady B”, in onore alla vicepresidente Barbara Carron. Presidente onorario del club Ruggero

Ranzato, lo storico tifoso che negli anni 80 produsse il disco dell’inno, suonato dal maestro Malatesta, “Forza Padova”. Infine, c’è tempo fino a mercoledì 11 per sottoscrivere online al sito di TicketOne l’abbonamento per il girone di ritorno all’Euganeo.

Stefano Volpe

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro