Menu

IL RADUNO PRIMA DEL DEBUTTO IN SERIE B

Cittadella, la serie B con entusiasmo

Gabrielli: «Evitiamo gli errori passati, vogliamo salvarci senza soffrire»

Il primo giorno di scuola, nella ritrovata serie B, è pervaso dal clima giusto per una “matricola” che voglia farsi rispettare. E il Cittadella che rimette piede fra i cadetti, a distanza di sei anni da quell’ingiusta retrocessione che segnò la fine dell’avventura di Ezio Glerean in granata, scopre con piacere quanto allegra e frizzante sia l’atmosfera che circonda il suo secondo ritorno nel calcio che conta, dove interessi e attenzioni hanno ben altra valenza rispetto alla modesta C/1. La parola d’ordine è in rigoroso stile Gabrielli: salvezza, possibilmente senza patemi, e massimo rispetto per gli avversari. Tutti, nessuno escluso. Convinti, però, di recitare la propria parte, facendo tesoro degli errori commessi in passato.

Quasi 500 tifosi.
La passerella della nuova stagione si celebra nel giardino del centro sportivo «Al Sole» di Fontaniva, davanti alle sale del caffè-ristorante «Ca’ Solare». La cornice è esaltante: quasi 500 tifosi, gasati e felici. Si comincia quasi mezz’ora dopo - le 17.56 invece delle 17.30 - solo perchè Angelo Gabrielli, l’anima e il cuore di questo «Citta», arriva in ritardo, confessando una verità che fa tenerezza: «Tutti vanno al mare nei fine settimana, anche a casa mia, e così mi sono trovato da solo, all’arma bianca. Vi chiedo scusa». Tradotto in soldoni: cercava qualcuno che lo accompagnasse sino al luogo prescelto per la presentazione. E quando l’uditorio esplode in un lungo applauso, il “grande vecchio” aggiunge con la voce increspata: «Sono commosso, quando vedo queste manifestazioni di affetto, mi lascio prendere dall’emozione. Che volete, sono fatto così».

La forza è il gruppo. Tutto ruota attorno a lui, 82 anni il prossimo 13 agosto, che confessa, ad un certo punto, di aver pensato di chiudere con il football («Che duri i primi tre anni dopo la retrocessione in C/1»), ma che invece con tenacia e passione ha creduto in una nuova possibilità. «Costanza e caparbietà sono state le nostre armi vincenti - ancora parole del presidente - Poi la fortuna ci ha un po’ aiutato. Ma ho, abbiamo saputo anche far tesoro degli errori commessi. Ora ci siamo preparati per affrontare al meglio questo campionato, in cui la forza del gruppo dovrà essere la base imprescindibile per centrare i traguardi che ci siamo prefissati. E’ una serie B molto, molto forte, ma crediamo di aver allestito una squadra valida, a cui mancano solo uno o due giocatori, in attacco».

Il progetto continua.
Detto che il Cittadella, al rientro dal ritiro di Lavarone (da oggi e sino al 2 agosto), verrà presentato con una serata pubblica in piazza, sia Stefano Marchetti che Claudio Foscarini pongono l’accento sulle motivazioni con cui si affronta la dura realtà del torneo cadetto: «Abbiamo preso giocatori desiderosi di misurarsi con la categoria, che per alcuni rappresenta un’assoluta novità - sottolinea il d.g. - Atleti che sappiano prendere la B nel modo giusto per centrare la salvezza». «Il progetto continua - gli fa eco l’allenatore - Tre anni fa approdai qui perchè la società era perfettamente in linea con la mia filosofia di gioco. I risultati sono arrivati, grazie a uomini straordinari, che non mi stancherò mai di ringraziare. Ora puntiamo su un gruppo ancora più forte. Non abbiamo paura di questo campionato, rispetteremo tutti, ma siamo convinti di poter scrivere un’altra pagina importante per la storia del Cittadella».

Una nuova maglia.
Fra applausi e cori (i più acclamati Iori, De Gasperi, Meggiorini, Pierobon, che compiva proprio ieri 39 anni, Carteri, Musso, e i nuovi Zotti, Giordano, Rossi e Pesoli), tre belle ragazze (Rosita, Anita e Stella) fanno passerella con le nuove maglie delle Legea, sponsorizzate Siderurgica Gabrielli: oltre a quella granata e gialla, c’è una terza casacca, bianca, che sostituisce quella azzurra utilizzata lo scorso anno.

Le amichevoli. Ecco il calendario: sabato 26 luglio a Folgaria
contro il Venezia (orario da definire); mercoledì 30 a Lavarone contro il Melbourne Phoenix (ore 16.30); sabato 2 agosto a Bassano contro il Bassano (orario da definire); sabato 9 agosto Memorial Santagiuliana a Vicenza contro Chievo e Vicenza (prima partita ore 20).

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro