Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il Monselice si gode già la Promozione

Il sindaco Conte: «L’unione fa la forza». Il primo acquisto è Loverro

MONSELICE. Questa mattina, o al più tardi nel pomeriggio, una macchina partirà da Monselice alla volta di Mestre per portare in Federcalcio il plico con i documenti che attestano il «matrimonio» tra il Monselice e il Due Carrare. Sarà l’ultimo atto della clamorosa trattativa, durata una decina di giorni, che ha portato la società biancorossa a fare un salto di categoria e a disputare il prossimo campionato in Promozione. La nuova dirigenza biancorossa che da meno di un mese ha rilevato il Mo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONSELICE. Questa mattina, o al più tardi nel pomeriggio, una macchina partirà da Monselice alla volta di Mestre per portare in Federcalcio il plico con i documenti che attestano il «matrimonio» tra il Monselice e il Due Carrare. Sarà l’ultimo atto della clamorosa trattativa, durata una decina di giorni, che ha portato la società biancorossa a fare un salto di categoria e a disputare il prossimo campionato in Promozione. La nuova dirigenza biancorossa che da meno di un mese ha rilevato il Monselice, ha già vinto il suo primo campionato: il presidente Dimitri Castellin, il direttore generale Carlo Contarin e gli altri due soci, Agostino Viola e Federico Martini, hanno mostrato di avere le idee chiare e di avere un progetto serio.

La notizia del Monselice in Promozione ha fatto il giro della città nel giro di poche ore, arrivando fino a Palazzo Tortorini: «Sono molto felice di questa notizia - ha detto il sindaco Fabio Conte che detiene anche la delega allo sport - L’assessore Bruno Cama ha seguito la vicenda e mi ha tenuto costantemente informato. La possibilità per il Monselice di giocare in una categoria superiore è una buona cosa, oltre a questo valuto con favore il fatto che non ci sia stato solo un mero passaggio del titolo da una parte all’altra, ma che questa collaborazione con il Due Carrare coinvolga anche il settore giovanile».

Monselice che «conquista» Due Carrare? «Ma no, l’unione fa la forza - dice il sindaco - i due Comuni sono vicinissimi e da questa collaborazione può uscire qualcosa di buono. Anzi, spero che in futuro in questo progetto possa essere coinvolta anche la Rocca». A proposito di Rocca: il presidente neroverde Claudio Finesso, interpellato sulla vicenda ha detto: «Non so bene di cosa si tratti, le uniche informazioni le ho avute dai giornali. Per noi cambia poco, faccio un “in bocca al lupo” a chi ha lavorato a questa operazione. Se poi davvero il Monselice usasse gli impianti di Due Carrare per allenarsi, risolverebbe un problema logistico al campo Kennedy e quindi ancor meglio».

Ma non c’è alcun dubbio che la vera novità di questa collaborazione è che, oltre al titolo, l’accordo riguarda anche il settore giovanile: «Vorrei che fosse chiaro che il settore giovanile del Due Carrare non verrà smembrato ma, anzi, sarà rinforzato - dice Carlo Contarin - L’attività verrà ancora svolta in paese e in strettissima collaborazione con l’Azzurra Terradura che in tutta questa operazione è un partner di importanza fondamentale. Quindi rinnovo l’invito a tutti i ragazzi che hanno fatto parte del settore giovanile del Due Carrare di non preoccuparsi: presto li contatteremo perché a noi quel vivaio sta molto a cuore».

E tra poco sarà il momento del calcio mercato: la dirigenza biancorossa tiene la bocca rigorosamente cucita ma il primo acquisto è quello di Stefano Loverro, già capitano del Monselice (e capitano-portavoce al tempo della «rivolta» del Tribano) e trasferitosi a novembre proprio al Due Carrare per contrasti con la vecchia dirigenza. Non c’è dubbio che il suo ritorno avrebbe anche qualcosa di simbolico.