Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Miss preferenze sta a Casalserugo

Venturini, sindaco uscente, ha raccolto 1.394 voti. Aveva fatto arrestare il suo stalker

CASALSERUGO (PADOVA). Miss Preferenze abita a Casalserugo, alle porte di Padova, e ha il sorriso di Elisa Venturini. La legge le impedisce il terzo mandato da sindaco, ma lei, prima di passare le consegne al suo “delfino”, Matteo Cecchinato, si è presa la soddisfazione di incassare la bellezza di 1.394 voti personali, ovvero il 61% dei consensi che hanno premiato la lista per “Casalserugo e Ronchi”.

Alle 2.30 di lunedì Miss preferenza si è spogliata della fascia tricolore che indossava dal 20 ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASALSERUGO (PADOVA). Miss Preferenze abita a Casalserugo, alle porte di Padova, e ha il sorriso di Elisa Venturini. La legge le impedisce il terzo mandato da sindaco, ma lei, prima di passare le consegne al suo “delfino”, Matteo Cecchinato, si è presa la soddisfazione di incassare la bellezza di 1.394 voti personali, ovvero il 61% dei consensi che hanno premiato la lista per “Casalserugo e Ronchi”.

Alle 2.30 di lunedì Miss preferenza si è spogliata della fascia tricolore che indossava dal 2008 e che aveva brillantemente difeso nel 2013, schizzando all’85,12% dei consensi. «Sono davvero felice - racconta Venturini, che nei mesi scorsi era salita alla ribalta per aver fatto arrestare lo stalker che l’aveva tormenta per tre anni - che i cittadini abbiano riconosciuto il mio lavoro. Avrei potuto superare quota 1.400, ma qualche voto mi è stato annullato perché il mio nome è stato espresso a fianco dell’altro candidato sindaco Cristian Sartorato».

L’ex sindaco di Casalserugo ha dedicato la vittoria ai genitori: la mamma Silvana Sofia, che è sempre stata la sua prima promoter, e al papà Andrea, che la protegge dal Cielo». E ancora alla famiglia, che l’ha sempre sostenuta. «Avevo un obiettivo, il bene della mia comunità, per la quale mi sono spesa, senza mai risparmiarmi, dedicandole dieci anni della mia vita. L’ho fatto con amore, come si fa con un figlio».

Forse ora che ha trovato il suo sostituto in municipio, Elisa riuscirà a concedersi pure una breve vacanza. «Negli ultimi cinque anni non ho fatto nemmeno un giorno di ferie. Sono sempre stata operativa e “sul pezzo”, ma è stata una rinuncia che non mi è mai pesata».

Ricca di voti e di consenso da parte dei suoi concittadini, la più votata dai casalserughesi (basti dire che la seconda piazza è andata a Federico Nicolè, che ha raccolto 258 preferenze) non ha un partito di riferimento. «Io continuo ad essere una persona di centrodestra. In passato sono stata iscritta a Forza Italia e poi ho seguito Marino Zorzato nell’esperienza del Nuovo Centro Destra. Ora la situazione è in evoluzione. So di essere stata votata, per la mia dedizione e la cura della cosa pubblica, anche da qualche concittadino che non si riconosce nel centrodestra».

Ed ora che non è più sindaco, che farà Elisa Venturini? «Ci riuniremo come gruppo e decideremo insieme il mio ruolo nell’amministrazione». Comunque Miss Preferenze, che nel novembre 2010 affrontò con coraggio l’alluvione, non avrà il tempo di annoiarsi. Continuerà a svolgere il suo incarico di “assessore” al Lavoro e ai Trasporti in Provincia («anche lì, con il voto ponderato, sono stata la più gettonata») e farà la vicepresidente di Anci Veneto. In attesa di nuove sfide elettorali.