Quotidiani locali

Maltempo, tromba d'aria ad Albarella

Molto alberi sradicati, tetti delle case scoperchiati. Vigili del fuoco al lavoro a Jesolo, Cavallino e Delta del Po 

PADOVA. Forti temporali, accompagnati da folate di vento, si sono verificati nel pomeriggio di giovedì in tutto il Veneto. Una violenta tromba d'aria ha colpito Albarella. A lungo si è parlato di un disperso, notizia però smentita a tarda sera dalle autorità.

La furia del vento a Cavallino Treporti Il nubifragio si è abbattuto su tutto il tratto di litorale fino a Punta Sabbioni, trascinando via e distruggendo tutto ciò che lo ostacolava

Ecco il comunicato ufficiale della Usl di Rovigo: "Sono le ore 15,30 e si scatena l’inferno d’acqua e vento tra l’isola di Albarella e il litorale polesano. Una tromba d’aria di eccezionale gravità ha messo in ginocchio le linee telefoniche, divelto pali elettrici, spostato e fatto volare alberi e automobili.

Albarella, la tromba d'aria avvolge l'isola privata sul Delta del Po Albarella, la tromba d'aria avvolge l'isola privata sul Delta del Po (video pubblicato su facebook da Paolo Fontanesi)

Il primo bilancio è drammatico , tre feriti non gravi, una casa incendiata a Rivà di Ariano (gli occupanti sono scappati in tempo). Un disperso, purtroppo, un uomo visto camminare sul molo di Albarella: testimoni hanno raccontato terrorizzati di come una grossa ondata lo abbia inghiottito. In Romea alcuni automezzi vengono spostati dalla carreggiata dal vento fortissimo, e rovesciati ai bordi della strada". 

A Jesolo la violenza della tromba d'aria stacca le impalcature Un pezzo di impalcatura di un palazzo si stacca e si schianta a terra durante la tromba d'aria (video Gianluca Viani)

La situazione è risultata particolarmente difficile nel veneziano, in particolare nelle aree balneari fra Jesolo e Punta Sabbioni, dove i vigili del fuoco sono intervenuti per la caduta di alberi sulla sede stradale e lo sradicamento di alcune tende nei campeggi.

Jesolo Lido, il maltempo
Jesolo Lido, il maltempo

Chiamate di soccorso sono arrivate anche da alcune località del Delta del Po, nel rodigino, colpite da una tromba d'aria che ha divelto pini secolari tra Rosolina, Porto Viro.

Una foto del Cavallino colpito dal...
Una foto del Cavallino colpito dal maltempo

A Porto Viro in particolare varie vetture sono state colpite e rese inservibili dai pini. Colpita in maniera gravissima la zona di piazza della Repubblica, sempre a Porto Viro, con l'assessore Valeria Mantovan che è andata a prendere visione dei danni, che sarebbero ingenti.

Bibione, tromba d'aria
Bibione, tromba d'aria

Situazione molto simile ad Albarella, dove neppure le piante ad alto fusto di maggiori dimensioni hanno resistito. Si contano decine di pini enormi scaraventati a terra dalla furia del vento.

I segni del passaggio del nubifragio

Il disastro sul litorale veneziano

Vigili del fuoco in azione nel pomeriggio di giovedì, a causa del maltempo che si è abbattuto improvvisamente sul litorale veneziano e una tromba d'aria che non ha risparmiato né le spiagge né i centri abitati. Da Cortellazzo a Cavallino Treporti, pioggia e vento hanno creato danni, ancora da quantificare. Due feriti gravi.

Jesolo, paura per la tromba d'aria La paura a Jesolo per il maltempo che si è abbattuto sul litorale (video di Aurora Rettore)


A Cavallino la situazione più drammatica. Le 15 autoambulanze della centrale operativa di Urgenza ed Emergenza dell’Ulss 4 stanno facendo la spola tra i campeggi per soccorrere i feriti e l’elicottero del Suem sta monitorando dall’alto: tre imbarcazioni che hanno lanciato la richiesta di aiuto alla Guardia Costiera risultano disperse. Due i feriti soccorsi con elicottero: una donna, travolta dalla caduta di un albero, è stata soccorsa e trasportata all’ospedale di Treviso. Un altro ferito grave è stato trasportato all’ospedale di Mestre.

Albarella, i danni del nubifragio in via Del Faggio

Lungo via Fausta auto rovesciate, alberi divelti, bungalow e strutture mobili a pezzi, serre devastate. Una quindicina i feriti lievi già soccorsi dalle autoambulanze sul posto: sono tutti turisti.

Rosolina, Pineta Sud: muri di pioggia e vento nel campeggio Di colpo il fortunale si scatena tra le villette delle famiglie in ferie lungo il litorale veneto (video di Denis Ceccato)


Jesolo e Caorle. Danni alle abitazioni e alle strutture recettive sulla spiaggia, ma al momento non risultano feriti. Portogruaro. La forza del vento ha divelto la copertura del maggior supermercato della zona, ma non risultano feriti.



Nel complesso sarebbero una cinquantina le persone che hanno dovuto ricorrere alle cure dei Pronto soccorso degli ospedali della riviera veneziana.

Situazione emergenziale in tutto il litorale. Al camping Mediterraneo di Cavallino, zona Ca' Vio, alberi sradicati, tende divelte, danni ad auto e roulotte, la stessa cosa in molti altri campeggi, come il camping dei Fiori e a Ca' Savio. Al camping Silva due roulotte sarebbero addirittura finite in mare.



I Vigili del fuoco hanno soccorso un uomo tedesco al camping Mediterraneo rimasto ferito. Si trovava nella veranda del suo camper, schiacciato da un albero. Alcuni rami lo hanno colpito alla schiena. Non è grave, ma è stato appena trasportato all'ospedale.

Nel camping Mediterraneo si trovano in questo momento 3mila persone, in maggioranza tedeschi. Sarebbero caduti circa 60 alberi, mentre 30 sono pericolanti.

Il direttore del camping Francesco Enzo lo ha definito un "monsone tropicale". "Non ho mai visto in tanti anni una cosa dele genere", racconta,  "tanto panico, per fortuna un solo ferito, non grave. L'ambulanza è arrivata  dopo un'ora e mezza perché tutte le strade sono impraticabili".

Muri di alberi - racconta chi è in ferie - ostruiscono le principali strade, arrivare a Cavallino è quasi impossibile.

Jesolo nel caos

Due pini sradicati in via Bafile hanno bloccato la strada, un altro in via Aquileia davanti alla sede Ascom. Disagi anche all'ospedale di via Levantina, con altri alberi caduti e l'uscita delle autoambulanze ostruita. Volati ombrelloni e lettini sulla spiaggia.

A Passarella un'auto è uscita di strada senza gravi conseguenze. Si sono staccati frammenti di coppi dai tetti, eternit, tende e terrazze dei locali distrutte.

All'Aqualandia di Jesolo tutti i presenti sono stati evacuati. I vigili del fuoco sono intervenuti anche nella zona dell'ospedale di Jesolo.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics