Quotidiani locali

Zaia reintroduce l'addizionale Irpef per pagare la Pedemontana

La Regione stanzia 300 milioni per sbloccare i cantieri della superstrada, nuova tassa dal 2018 su tutti i redditi superiori ai 25mila euro

VENEZIA. La Regione sblocca i cantieri della Pedemontana con uno stanziamento straordinario di 300 milioni di euro ma a pagarlo saranno i contribuenti veneti con l'addizionale regionale Irpef che sarà reintrodotta dal 2018, su tutti i redditi superiori ai 25mila euro.

L'annuncio l'ha dato il presidente della Regione Veneto Luca Zaia in consiglio regionale, oggi martedì 7 marzo 2017. Per i redditi fra i 75mila e 150mila euro la Regione stima una tassa media di 110 euro mensili a contribuente.

In compenso i proventi dei pedaggi saranno introitati dalla Regione Veneto anziché dal concessionario Sis, come precedentemente pattuito. 

Pedemontana veneta: il cantiere visto dall'alto La superstrada Pedemontana veneta è in avanzata fase di realizzazione. Ecco il cantiere visto dall'alto, con il drone e le varie fasi dei lavori in timelapse. Si può vedere già chiaramente il tracciato, un nastro grigio che solca la pianura veneta. Le cave, da cui vengono estratti i materiali per la costruzione, la posa dei primi viadotti

La Regione parla comunque di risparmi per 9,5 milioni di euro (7,6 miliardi di riequilibrio che la Regione del Veneto avrebbe sicuramente dovuto affrontare per effetto della differenza fra pedaggi contrattuali e pedaggi derivanti dalle nuove stime di traffico + 426 milioni di vecchio canone + 22% di Iva = 9,5 miliardi). 

 

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare