Menu

Nei Comuni aumentano le poltrone

Il disegno di legge Delrio prevede un incremento di consiglieri e assessori nei municipi fino a diecimila abitanti

PADOVA. Se Atene piange, Sparta trova qualche motivo per sorridere e sperare. Mentre presidenti, assessori e consiglieri provinciali stanno infatti preparando le valigie in vista della definitiva approvazione da parte della Camera del disegno di legge Delrio, la normativa prevede infatti un aumento degli scranni nei Comuni fino a 3 mila abitanti. Un toccasana per chi si vedeva già escluso dall’attività politica, con tante serate da dedicare alla famiglia e alla tivù.

Aumentano le poltrone. La novità arriva giusto alla vigilia delle elezioni municipali indette per domenica 25 maggio, in abbinata alle Europee, che in Veneto chiameranno al voto ben 345 amministrazioni (su 4.099 che nello Stivale rinnoveranno i propri amministratori). Orbene, il decreto legge n. 138 del 13 agosto 2011 aveva stabilito, per i Comuni più piccoli, un’energica sforbiciata.

Dimezzate le fasce. Il governo Berlusconi aveva suddiviso in quattro fasce i Comuni fino a 10 mila abitanti. Fino a 1.000 residenti i municipi potevano contare su un sindaco e sei consiglieri: completamente azzerata la giunta, con la necessità di affidare a un consigliere l’incarico di vicesindaco. Tanto per fare qualche esempio il primo cittadino avrebbe recitato tutte le parti in commedia a Cibiana di Cadore, a Barbona, a Calto, a Ferrara di Monte Baldo, ad Asigliano. Fra 1.001 e 3.000 abitanti gli elettori avrebbero potuto scegliere, insieme al sindaco, sei consiglieri e due assessori. Fra 3.001 e 5.000 abitanti il consiglio poteva contare su sette consiglieri e tre assessori. Fra 5.001 e 10.000 abitanti previsti dieci consiglieri e quattro assessori.

Le novità. Il provvedimento varato dal governo Letta e licenziato dal governo Renzi riduce a due le fasce e aumenta significativamente il numero di consiglieri e amministratori. Fino a 3.000 abitanti i cittadini potranno scegliere dieci consiglieri, mentre il sindaco (anche nei Comuni fino a 1.000 abitanti) avrà la possibilità di nominare due assessori. Fra 3.001 e 10.000 abitanti si insedieranno 12 consiglieri e fino a un massimo di quattro assessori.

Cura dimagrante. La tornata amministrativa del 25 maggio produrrà comunque tagli del 20% degli eletti in numerose amministrazioni già in base alle norme emanate negli anni scorsi per ridurre i costi della politica. Il più netto riguarda i Comuni che contano da 100.001 a 250.000 abitanti. L’unico capoluogo interessato stavolta è Padova, dove i consiglieri comunali scenderanno da 40 a 32. Novità sono previste anche in giunta, dove il numero degli assessori passerà da dodici a un massimo di nove.

Da 30.001 a 100.000 abitanti. Sono diciotto i Comuni veneti compresi in questa fascia. Tra i padovani Selvazzano Dentro (22.145), Monselice (17.451), Cadoneghe (15.964) e Rubano (15.669). Tra i trevigiani Vittorio Veneto (28.656), Mogliano (27.608), Paese (21.432) e Preganziol (16.772). Tre i Comuni alle urne nel veneziano: Spinea (28.862), Scorzè (18.904)e Noale (15.708). Nel Veronese troviamo i Comuni di Legnago (24.492), San Bonifacio (20.275), Negrar (16.935) e Pescantina (16.326). Infine, nel Vicentino, Valdagno (26.575), Arzignano (25.589) e Montecchio Maggiore (23.315). Il taglio dei consiglieri ridurrà i parlamentini da 20 a 16 eletti. In giunta, insieme al sindaco, potranno sedere al massimo cinque assessori.

Terzo mandato. Tra le novità la norma che consente ai sindaci dei Comuni fino a tremila abitanti di candidarsi per un terzo mandato. Probabilmente questa norma stuzzicherà qualche primo cittadino, che aveva già pensato alle pantofole, a tornare in pista al servizio dei propri concittadini.

Ballottaggi. Si svolgeranno l’8 giugno (si vota dalle 7 alle 23) nei Comuni con popolazione superiore nei 15.000 abitanti nel caso in cui nessun candidato abbia ottenuto, al primo turno, la maggioramza dei voti validi.

Claudio Baccarin

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro