Menu

Condizionatori fuori uso, gli ospiti di Villa Breda soffocano per il caldo

La Casa di riposo di Campo San Martino è un forno e le proteste dei parenti degli anziani si moltiplicano

CAMPO SAN MARTINO. Aria condizionata ko, anziani distrutti dall’afa in Casa di riposo. Ed i familiari - che pagano la retta - insorgono: «Questa situazione dura da dieci giorni, è inaccettabile». Il caso è scoppiato al centro per anziani di Villa Breda, a due passi dal centro di Campo San Martino. «Il personale - spiegano i familiari degli ospiti - ha appeso un cartello all’esterno, sulla porta d’entrata».

In sostanza è stato comunicato che domani pomeriggio inizierà l’installazione della macchina di refrigerazione. L’operazione durerà una giornata. Da una decina di giorni l’estate è diventata torrida, l’umidità è alle stelle, l’afa terribile. Da più di una settimana ci sono i condizionatori che non funzionano. E’ la prima volta che succede. Non si capisce perché la manutenzione sia iniziata a stagione calda iniziata: non ci si poteva prendere per tempo? «Ora i tecnici hanno iniziato a fare la manutenzione - protestano i familiari - ma, dal nostro punto di vista, dovrebbe essere fatta prima dell’estate, e non quando esplode il caldo torrido; come si fa? Il caldo si sa che arriva, la cosa non deve essere affrontata come un’emergenza, la manutenzione è un’operazione ordinaria, che va programmata per tempo».

Ieri mattina si è cercato di correre ai ripari, posizionando dei ventilatori, per muovere l’aria. Ma il caldo resta. Ed è insopportabile. «Gli ospiti del centro hanno già i loro problemi e faticano a respirare». Sono una cinquantina gli anziani: qualcuno è autosufficiente, altri sono in carrozzina; al primo piano, i più gravi sono a letto, immobilizzati. «Tutti si scusano e si sono scusati in questi giorni, hanno detto che entro domani provvederanno. Sono dei giorni difficili». Gli anziani sono fuori, sul porticato. Ma non tira un refolo d’aria neanche a supplicarlo. Ed è difficile trovare un minimo di ristoro anche all’ombra. «Ma non si potrebbe provvedere con qualche pinguino?», suggeriscono i famigliari.

Non solo gli anziani nella morsa dell’afa: Villa Breda ospita anche l’unità territoriale veterinaria, il servizio trasfusionale e di immunologia, il centro educativo occupazionale diurno per persone diversamente abili e gli alcolisti. Tutti a sudare e ad imprecare, in attesa del fresco.


Nei giorni scorsi l'aria condizionata mancava addirittura nella sala d'attesa e negli ambulatori del pronto soccorso, tanto che diverse persone, sfiancate dal caldo oltre che dall'attesa, se ne sono andate ancor prima d ricevere le cure di cui avevano bisogno.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro