Menu

RAPTUS DOPO L'ABBANDONO
Soffoca l'ex fidanzata
poi tenta il suicidio, è grave

Luca Bedore, 24 anni, di Stanghella, ha ucciso Luana Bussolotto, 27 anni, di Cinto Euganeo. In un primo momento sembrava fosse la tragica conclusione di una lite nella prima note di convivenza,

poi si è chiarito che la ragazza aveva lasciato il fidanzato ed era andata a vivere da sola a Noventa Vicentina, dove lavorava come modellista in un'azienda del gruppo Diesel di Renzo Rosso. Dopo il delitto il giovane ha tentato il suicidio accoltellandosi, quindi ha chiamato un'ambulanza
CINTO EUGANEO. Ammazza la fidanzata che l'aveva lasciato e aveva affittato un bilocale in cui vivere da sola. E' successo la sera di Pasqua a Noventa Vicentina, assassino e vittima sono due padovani.

A uccidere è stato un giovane di 24 anni, Luca Bedore di Stanghella. Ha soffocato con un sacchetto di plastica e un foulard Luana Bussolotto, 27 anni, di Cinto Euganeo.

Dopo il delitto, Bedore, che di mestiere fa l'operaio, ha tentato di ammazzarsi con un coltello. Per buona parte della notte è rimasto, ferito, accanto al cadavere della ragazza poi, attorno alle 7.30, ha chiamato un'ambulanza.

Il giovane è stato ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione dell'ospedale San Bortolo di Vicenza ed è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico ai polmoni. Naturalmente la sua stanza è piantonata dai carabinieri.

Da quanto si è appreso, i due giovani avevano interrotto la loro relazione da pochi giorni. Una decisione che non avevano ancora comunicato a tutti i familiari. Domenica avevano pranzato con alcuni amici nel bilocale che Luana aveva preso in affitto a Noventa Vicentina, dov'era impiegata come modellisita in un'azienda del gruppo Diesel di Renzo Rosso. Luca era poi rimasto ad aiutarla a riordinare la casa.

A quel punto sarebbe stato assalito dalla gelosia e avrebbe ucciso. Luana è stata soffocata con la testa dentro un sacchetto di plastica, stretto poi attorno al collo con un foulard. Il ragazzo ha poi tentato di ammazarsi colpendosi con un coltello al torace.

Questa la ricostruzione dei fatti effettuata dai carabinieri di Noventa Vicentina in attesa di ulteriori riscontri delle analisi scientifiche. Anche perché, viste le condizioni di salute di Luca Bedore, al
momento non c'è alcuna testimonianza diretta.

In un primo momento sembrava che la tragedia fosse scoppiata nel corso della prima notte di convivenza tra i due ragazzi. E che addirittura Luana e Luca avessero lavorato tutto il giorno assieme per sistemare l'appartamento dopo il trasloco.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro