Menu

«Blocco anti-smog domenica in tutta la Provincia»

Sindaci convocati domani pomeriggio, Montegrotto dice no

«Il blocco di domenica sia provinciale». E’ l’auspicio dell’assessore provinciale Mauro Fecchio, che ieri mattina ha incontrato i colleghi di palazzo Moroni Alessandro Zan e Ivo Rossi. «So bene che l’impatto sul Pm10 non sarà alto, ma l’iniziativa ha un grande valore educativo e simbolico» spiega. E tutti i comuni saranno convocati domani pomeriggio in una grande riunione per sondare le disponibilità. Resteranno comunque aperte autostrade e statali.

Non più solo i 18 comuni della città metropolitana, ma un blocco diffuso da Cittadella a Stanghella, su tutto il territorio comunale. L’appuntamento di domenica prossima, con il «blocco padano» promosso dai sindaci di Milano e Torino, a Padova potrebbe assumere dimensioni provinciali. Almeno secondo l’auspicio del Comune capoluogo e della Provincia.

Resta da verificare però l’effettiva adesione dei 104 comuni del territorio. L’assessore provinciale all’ambiente Mauro Fecchio ha dunque convocato tutti i sindaci per domani pomeriggio. L’ottica è quella di favorire la partecipazione di tutti, anche in forma simbolica: «Mi rendo conto che per molti comuni è difficile aderire, perché sono attraversati da strade statali o provinciali - spiega - Però è evidente il significato simbolico di questa giornata, che ha ricevuto adesioni trasversali in tutto il Nord Italia. Il fatto che il blocco assuma una dimensione sovracomunale credo sia importante».

Sulla stessa linea anche l’assessore comunale all’ambiente Alessandro Zan: «Le polveri sottili sono uguali dappertutto e sono molto volatili. Quelle di Padova arrivano con facilità a Cittadella e viceversa - spiega - Per questo è importante un’azione comune, anche per chiedere maggiori risorse per mettere in piedi azioni strutturali». Quanto alle risposte dei sindaci, per adesso però l’unica arrivata è il secco no del primo cittadino di Montegrotto Luca Claudio, mentre la maggioranza dei comuni è orientata a partecipare.

Da punto di vista della procedura amministrativa potrebbe esserci una novità importante: l’ordinanza di blocco del traffico potrebbe essere firmata dal sindaco
per motivi di «tutela della salute pubblica». Motivi sanitari dunque e non ambientali che impongono lo stop a tutte le auto. Un blocco che a Padova si concretizzerà sicuramente domenica dalle 10 alle 18 su tutto il territorio comunale. Via libera solo a auto elettriche o quella a gpl o metano.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro