Menu

Senza casa, marito in carcere: vive in tenda con i tre figli

La famiglia non ha un alloggio. Il sindaco leghista della vicina Cittadella, Massimo Bitonci: "E' intollerabile che una giovane madre con tre figli in tenera età viva nel 2010, in pieno inverno, sotto una tenda lungo le sponde del fiume Brenta"

PADOVA Il marito finisce in carcere e la moglie, con tre figli a carico, a causa della mancanza di un alloggio finisce a vivere in una tenda nonostante i rigori dell'inverno. Accade a cavallo tra i comuni di Fontaniva e Tezze sul Brenta, nel padovano. In favore della famiglia lancia un appello il sindaco leghista della vicina Cittadella, Massimo Bitonci.

"E' intollerabile che una giovane madre con tre figli in tenera età viva nel 2010, in pieno inverno, sotto una tenda lungo le sponde del fiume Brenta - rileva Bitonci - senza che il comune, dove il nucleo familiare ha risieduto fino all'arresto del capofamiglia, associato alla casa circondariale di Rovigo, faccia
nulla per prestare la benchè minima assistenza".

L'esponente del Carroccio lamenta poi il fatto che attorno alla famiglia attendata graviti una trentina di cani randagi che, sconfinando nel territorio del suo comune, provocano disagi e costi per il canile municipale di Cittadella.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro