Quotidiani locali

Nasce a Padova l'inchiesta a fumetti sulla strage di piazza Fontana

Quarant'anni dopo la bomba alla Banca nazionale dell'agricoltura, che causò 17 morti e 90 feriti, il libro scritto da Francesco Barilli e disegnato da Matteo Fenoglio è la ricostruzione lucida e documentata di indagini e processi

Si può raccontare la strage; si possono descrivere bombe, detonatori, trame; si possono interpretare testimonianze e silenzi. Eppure finora qualcosa mancava ancora, perché la strage di Piazza Fontana, e quel che ne è seguito, non era mai stata mostrata, e i personaggi coinvolti erano comparsi solo nei tribunali, nelle interviste, mai in azione. E' di pochi giorni fa la notizia che Marco Tullio Giordana girerà un film sulla storia cominciata con l'esplosione di 40 anni fa. Ma i primi a tradurre in immagini quello che, secondo molti, è stato l'inizio della strategia della tensione e quindi anche del terrorismo, sono stati quelli di Becco Giallo, la casa editrice trevigiano-padovana specializzata nell'editoria a fumetti. Piazza Fontana (pp. 180, euro 16,00) è stato scritto da Francesco Barilli e disegnato da Matteo Fenoglio ed è la ricostruzione lucida e documentata di indagini e processi, finiti nel 2005 ancora con un punto interrogativo.

SFOGLIA Il fumetto

«La scelta di occuparci di Piazza Fontana - raccontano Guido Ostanel e Federico Zaghis, i due giovani direttori editoriali di Becco Giallo - è nata dalla voglia di mettere ordine in una storia intricata, soprattutto per quei ragazzi che ne hanno sentito parlare ma non sanno cosa realmente sia successo quarant'anni fa». Mettendo mano al progetto, però, si sono subito accorti che di chiaro nella storia ancora oggi c'è ben poco. «Non ci aspettavamo - raccontano - di dover fare un libro così ampio, anche così complesso, andando a sentire ancora una volta i testimoni, chiedendo agli avvocati di parte civile cosa si potesse dire in modo chiaro e indubitabile e cosa invece no». E per questo il lavoro è stato affidato Francesco Barilli, giornalista e sceneggiatore, nato a Selvazzano Dentro, esperto di stragi e di storie di violenza politica.

FOTO Le strisce

Una vera e propria indagine a fumetti, insomma, che se non apporta scoperte eclatanti, contribuisce a mettere in luce alcuni particolari. «Nel testo a fumetti - dicono gli editori - sono confluite in parte anche le interviste, per esempio quella a Francesca Dendena, che è la figlia di uno dei morti nella strage. Ma la cosa nuova crediamo sia l'aver aggiunto le immagini a questa storia. Una cosa è sapere che l'esplosivo era in una borsa, altra cosa, anche sul piano emotivo, è il dettaglio sulla borsa prima che esploda. Una cosa è sapere delle trame, altra cosa è vedere l'incontro all'Hotel Parco dei Principi tra servizi segreti, politici, militanti di estrema destra».

Del resto questo è il credo da cui nasce l'idea dei fumetti d'inchiesta che, come dimostra Piazza Fontana, non è un sottogenere dell'inchiesta giornalistica, ma un genere nuovo e ricco di potenzialità, perché unisce la sintesi ad una capacità di andare in profondità. Basti pensare al Freda raccontato da Barilli e Fenoglio, insieme esaltato e lucido, strafottente e freddamente compocomposto. Oppure ad un personaggio minore come Fortunato Zinni, l'impiegato della Banca Nazionale dell'Agricoltura che si salvò perché chiamato al piano superiore pochi minuti prima della strage, e che diventa nel racconta quasi il coro dolente, l'immagine attonita di quei cittadini che non possono credere a quel che è successo e poi alla connivenza di settori dello Stato. E poi c'è ovviamente molto Veneto, inevitabilmente per una storia che in periodi diversi ha coinvolto Padova, Treviso, Mestre. «Anche questo - dicono Guido Ostanel e Federico Zaghis - ci interessava raccontare: l'ambiguo ruolo di cerniera svolto dal Nordest in tutta questa storia».

Il
12 dicembre 1969 una bomba scoppia nel salone della Banca nazionale dell'agricoltura, in piazza Fontana a Milano, causando 17 morti e 90 feriti, quarant'anni dopo inchieste e processi non hanno portato alla condanna di alcun colpevole: commenta, manda la tua opinione

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics