Menu

La tragedia nel lago di Varese

Hanno tentato di salvarsi a nuoto

Qualcuno dalla riva del lago ha udito delle urla, poi più nulla. L'abitacolo del veivolo ritrovato integro

MONTAGNANA. Sembra ormai chiaro: Simone Detomi, elicotterista di 37 anni di Montagnana, e l’imprenditore bresciano Marcello Gabana, sono morti per annegamento, nel disperato tentativo di salvarsi. L’abitacolo dell’elicottero che si è inabissato nel lago di Varese e che trasportava i due è stato ritrovato perfettamente integro, e gli stessi corpi dei due non presentavano particolari ferite o gravi contusioni.

E’ possibile che Detomi e Gabana siano riusciti ad aprire lo sportello dell’abitacolo e a venire a galla, cercando di chiamare i soccorsi o di raggiungere la riva. Alcune persone, presenti al momento dell’impatto a pochi metri dalla riva, avrebbero peraltro confermato di aver sentito delle urla, cessate però ben presto. A stroncare la lotta per la sopravvivenza dei due sarebbero stati diversi fattori: la temperatura gelida dell’acqua, il prevedibile stato di choc dovuto all’impatto e alla tensione, l’eccessiva distanza del velivolo dalla riva. Intanto è stata spostata ad oggi l’autopsia sulle salme delle due vittime, inizialmente prevista per ieri mattina.

L’esame sarà effettuato nell’ospedale di Varese dal dottor Cesare Garberi, stimato anatomopatologo e docente di Medicina legale all’Università degli studi dell’Insubria. Nel frattempo a Montagnana (dove vivono la moglie Caterina e i figli) e Castelbaldo (paese dei genitori Rodolfo e Olga) sono ritornati i familiari che domenica hanno visto per la prima volta dall’incidente la salma di Simone: «E’ stato un momento straziante - riferisce la sorella Simonetta, rimasta invece a casa ad accogliere amici e familiari - che ha fortemente toccato i miei genitori e Caterina. Sono immagini che rimarranno sempre nelle loro menti, purtroppo». La stessa Simonetta spiega che ad oggi non è ancora avvenuto un contatto tra la sua famiglia e quella dell’imprenditore perito con il fratello.

«Non abbiamo alcun contatto con la famiglia Gabana - dice - Simone partiva ogni mattina e raggiungeva il suo elicottero che era fermo a Calcinato, ma non sapevamo molto altro dei rapporti con i datori di lavoro». Nel frattempo anche ieri sono arrivati messaggi di cordoglio nel blog www.pilotielicottero.it, che già da sabato ha dedicato uno spazio al giovane pilota montagnanese: «Sento questa tragedia come una perdita personale, di un amico prima che di
un bravo pilota e persona squisita. Chiunque lo conosce comprende oggi quanto tutti abbiamo perso», ha scritto ieri mattina l’utente Corbellius. Non ci sono notizie sulla data del funerale del trentasettenne, che potrebbe essere decisa oggi. Le esequie del giovane dovrebbero tenersi a Castelbaldo.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro