Menu

L'ADDIO A PADRE DANIELE HEKIC

Il vescovo ai funerali di padre Daniele Hekic

Attesi a Saccolongo diecimila fedeli

SACCOLONGO. Si celebra oggi il funerale di Padre Daniele Hekic, il «frate dei miracoli» scomparso sabato all’età di 83 anni dopo oltre 50 anni segnati dalla sclerosi multipla.

La cerimonia. Il rito funebre prenderà il via alle ore 16 e sarà celebrato sul sagrato della chiesa parrocchiale di Saccolongo (diretta televisiva su Telechiara). A presiedere sarà il vescovo di Padova Antonio Mattiazzo. Il rito funebre sarà all’aperto e sarà svolto su un palco disposto davanti la chiesa. Predisposte alcune sedie davanti all’altare «improvvisato», mentre il resto della gente dovrà seguire l’evento in piedi. In piazza Mercato sarà posizionato anche un maxischermo. Sono ben quattro i box adibiti a servizi igienici (uno attrezzato per disabili). C’è comunque anche la possibilità di accedere ai bagni di palestra e patronato. In tutto saranno cento gli addetti all’ordine pubblico tra volontari della parrocchia e della Pro loco, Protezione civile e forze dell’ordine (carabinieri e polizia). Due saranno le ambulanze pronte per eventuali emergenze. Mentre duemila sono le bottigliette d’acqua già acquistate dall’amministrazione comunale da distribuire al pubblico. Pubblico che si calcola possa arrivare alle diecimila unità, ma c’è anche chi ne attende il doppio. La bara di Padre Daniele dovrebbe essere trasportata in spalla dalla chiesa al cimitero, passando per via San Francesco. Prevista la partecipazione dei sindaci vicini.

La circolazione. La zona adiacente la chiesa sarà vietata (ad eccezione dei mezzi autorizzati) dalle 9. Il traffico ordinario sarà invece chiuso già dalle 10 a partire dalla rotonda di via Selve alla rotatoria di via Perarolo, dove verranno deviate le auto. Per coloro che volessero seguire l’evento è possibile accedere alla zona rossa fino ad esaurimento parcheggi, ossia, si calcola, intorno le ore 14. Già dalla rotonda di via Montecchia e dal semaforo di Fossona ci saranno indicazioni speciali. Previsti due bus navetta, uno fornito dalla Sita e uno dalla ditta Zorzan, che trasporteranno i fedeli dai vari parcheggi al sagrato (si parla di posti per almeno un migliaio d’auto). «Raccomando i cittadini di Saccolongo di lasciare a casa la macchina e di muoversi a piedi - afferma il sindaco Dorella Turetta - Bisogna evitare di congestionare il traffico».

La camera ardente. Contrordine per ciò che concerne la camera ardente. Il feretro sarà visibile anche oggi dalle ore 8 alle 15, con orario continuato. Il corpo del frate continua infatti ad essere intatto e dal giorno della sua morte non presenta alcun segno di deterioramento. Continua intanto il viavai di fedeli verso la salma. Ieri è stata un’altra giornata all’insegna del pienone. Si calcola che almeno diecimila persone abbiano reso omaggio da domenica ad oggi al «frate dei miracoli». C’è grande attesa ora
per l’atto funebre che richiamerà fedeli da tutta Italia e una forte delegazione dalla Croazia, paese natale di Padre Daniele (in arrivo auto e pullman). In questi giorni, intanto, sono già arrivati i parenti del frate: il fratello Padre Barnaba da Roma e i nipoti da San Pietro in Selve (Istria).

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro