Menu

Casale, scoperchiata la piscina comunale

Spazzati via dal vento ombrelloni e giochi per bimbi, allagate le strutture

CASALE DI SCODOSIA. Ha spazzato via ombrelloni, giostrine e centraline elettriche, facendo volare via addirittura la copertura della piscina esterna. Sono ingenti i danni provocati la notte scorsa dalla violenta tromba d’aria che ha investito il centro natatorio di Casale di Scodosia. Ieri mattina i gestori delle piscine comunali, arrivati di buon’ora per l’apertura del centro, si sono messi le mani nei capelli: «Ombrelloni scaraventati lontano, giochi dei bambini danneggiati e catapultati a decine di metri di distanza, tettoie scoperchiate dal vento, oltre che allagamenti nelle sale macchine che hanno fatto saltare pompe dei filtri e centraline elettriche - racconta Marco Canova, responsabile dell’impianto - Ma anche danni ai generi alimentari contenuti nelle celle frigorifere: gelati e panini sono da buttare in quanto il forte vento ha fatto saltare anche la corrente elettrica. Ho trovato inoltre la zona verde completamente allagata e il campo da beach sommerso dall’acqua. La cosa particolare è che la tromba d’aria ha investito soltanto le nostre strutture - continua Canova - Nel raggio di pochi metri, infatti, nessun altro stabile, albero o macchina ha subito danni. Siamo stati tremendamente sfortunati».

Le conseguenze maggiori del maltempo si sono avute tuttavia alla copertura mobile della piscina esterna: nonostante la struttura portante abbia tenuto, alcuni pannelli che la ricoprono sono stati completamente divelti, sollevati e scaraventati lontano. L’impianto sportivo fortunatamente è tuttora agibile, ma la stima dei danni si può contare in almeno ventimila euro. Sul posto sono giunti al mattino anche due assessori comunali per visionare il disastro, mentre è già stata contattata la ditta piemontese «Arcobaleno» che entro mercoledì arriverà a sistemare i danni. Lo staff, rimboccate le maniche, ha comunque garantito il servizio: dopo ore di lavoro e pulizie per rimettere in ordine ombrelloni e giochi per i bimbi, le piscine ieri hanno aperto regolarmente al pubblico. Ora la struttura funziona regolarmente ed è stata già avvisata la compagnia d’assicurazione per la perizia di rito.

«Già il tempo è stato inclemente nel mese di giugno con numerose giornate di pioggia - si sfoga Canova - e ora ci si mette anche il tempo a flagellarci. Questi danni vanno a sommarsi ad altri costi che abbiamo dovuto sostenere
in per avviare l’impianto: non ci voleva proprio. Questa amministrazione comunale appena insediata si sta dimostrando comunque sensibile alle nostre esigenze: siamo certi che alle promesse farà seguire anche fatti concreti, soprattutto dopo questo episodio, che ci ha ulteriormente penalizzato».

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro