Menu


Laura mette tutti in fila. Sotto il sole ma felici: ecco i fans della popstar

Gran pienone di fan ieri per Laura Pausini. Attorno alle 17 si era già formato un gran serpentone di appassionati, in maggioranza giovanissime, su un totale di 30 mila persone. Tutti ad aspettare il via libera per l’accesso al palco, nonostante il sole cocente, con i rumori del soundcheck come sottofondo. Provenienti da tutto il Veneto, hanno approfittato dell’unica data del Nordest per questa cantante tanto conosciuta in Europa come in America Latina.

Il palco di oltre 50 metri d’altezza, allestito in occasione delle sua performance, avrà ripagato l’attesa. Soprattutto di quegli adolescenti alla loro prima esperienza live assoluta. Come Pierpaolo, 18 anni di Borgoricco: «È la prima volta per me a un concerto... E poi credo che Laura sia una delle migliori cantanti dell’epoca moderna». «Sono emozionatissima anch’io, la seguo da quando ero alle elementari» ha detto la 17enne Francesca di Vicenza. La passione per la Pausini è nata quest’anno, il suo ultimo album è fenomenale» hanno poi aggiunto Francesco e Deborah, 18 e 17 anni, da Venezia. Più strada ancora hanno fatto tre ragazze di Portoviro (Ro), Lucia, Daniela e Giulia: «Abbiamo approfittato della vicinanza... Vorremmo sentire anche le canzoni del passato».

Stessa speranza di Paola, 39 anni di Due Carrare, tra le sostenitrici più mature: «Sono andata a San Siro l’altra volta, mi piacciono soprattutto vecchi successi come “Invece no”». C’è chi poi, oltre che a un discreto interesse per chi canta, è stato spinto in particolare dalla vicinanza geografica. Come Alice Pevere ed Elena Rizzetto, di Villafranca Padovana: «Ci piace la Pausini, ma siamo venute con altre amiche perché si tratta di un’artista internazionale che si esibisce a due passi da casa nostra».

O come G.Z. di Piazzola, che ha chiuso con una nota polemica: «L’ascolto
volentieri, ma neppure io sono un’intenditrice. Riguardo all’organizzazione, però, potevano disporre le transenne in maniera diversa: c’è il viale alberato a pochi metri, potevamo evitare tutto questo caldo!» E, infine, chi era qui per accompagnare i figli, come Salvatore di Camposampiero.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro