Menu

Il ricordo dello studente del Severi

A Campodoro i funerali di Gianmichele D'Apice
Il dolore di amici e compagni di scuola

E' stato colto da malore mentre si trovava in piedi davanti alla lavagna e si è accasciato all'improvviso. Gianmichele D'Apice è morto poco dopo l'arrivo al Pronto soccorso

Si sono svolti nella chiesa parrocchiale di Campodoro i funerali di Gianmichele "Giammy" D'Apice, il diciassettenne studente della IV B Informatica dell'Itis Severi di Mortise morto all'ospedale di Padova un paio d'ore dopo essere stato colto all'improvviso da malore mentre era in classe e, accanto alla lavagna, partecipava alla verifica dei compiti svolti durante le vacanze di Natale. Il rito funebre è stato celebrato dal vescovo di Vicenza, Cesare Nosiglia

Grande commozione in chiesa, dove con la mamma Antonella e il papà Michele c'era anche la sorellina di Giammy, che ha nove anni. Tantissimi gli amici e i conoscenti del ragazzo. Ma è stata tutta la comunità di Campodoro a stringersi attorno alla sua famiglia. Una rappresentanza della Polizia ha reso gli onori alla salma


Gianmichele D'Apice, diciassettenne di Campodoro, studente della IV B Informatica dell'Itis Severi di Mortise, è morto all'ospedale di Padova un paio d'ore dopo essere stato colto all'improvviso da malore mentre era in classe e accanto alla lavagna partecipava alla verifica dei compiti svolti durante le vacanze di fine anno.

La tragedia è di lunedì 7 gennaio. Mancava qualche minuto alle 9. Gianmichele era in piedi davanti alla cattedra e rispondeva alle domande dell'insegnante di Informatica. All'improvviso ha perso i sensi, è caduto contro la lavagna e poi a terra. Poche secondi dopo è stato soccorso da due tecnici dell'istituto, addetti al pronto intervento. L'autoambulanza è arrivata subito, dopo circa dieci minuti. Trasportato all'ospedale di Padova, è entrato al Pronto soccorso attorno alle 9.15, alle 11.12 il decesso.

"Morte improvvisa con arresto cardiocircolatorio", ha detto la prima diagnosi dei medici. Tre le ipotesi:

un aneurisma che ha provocato un'emorragia cerebrale, una cardioaritmia ischemica con lesioni coronariche nascoste, un'embolia polmonare. I genitori di Gianmichele hanno deciso di donare tessuti e cornee del ragazzo.


Lasciate il vostro ricordo per Gianmichele

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro