Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ha litigato con il padre e l’ha quasi ucciso Convalidato il fermo

CURTAROLOIl gip Mariella Fino ha convalidato il fermo a carico di Mirel Xhurxhi, il venticinquenne che giovedì scorso ha scagliato contro il padre, ferendolo gravemente alla testa, la cassetta delle...

CURTAROLO

Il gip Mariella Fino ha convalidato il fermo a carico di Mirel Xhurxhi, il venticinquenne che giovedì scorso ha scagliato contro il padre, ferendolo gravemente alla testa, la cassetta delle lettere, dopo un violento litigio. Il gip ha interrogato il ragazzo ieri mattina, confermando per lui la custodia cautelare in carcere.

Mirel Xhurxhi ha raccontato di essere stato cacciato di casa e di aver trascorso due settimane per strada, di fatto senza un posto dove andare. La scorsa settima ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CURTAROLO

Il gip Mariella Fino ha convalidato il fermo a carico di Mirel Xhurxhi, il venticinquenne che giovedì scorso ha scagliato contro il padre, ferendolo gravemente alla testa, la cassetta delle lettere, dopo un violento litigio. Il gip ha interrogato il ragazzo ieri mattina, confermando per lui la custodia cautelare in carcere.

Mirel Xhurxhi ha raccontato di essere stato cacciato di casa e di aver trascorso due settimane per strada, di fatto senza un posto dove andare. La scorsa settimana i genitori erano all’estero e lui aveva preso contatti con la sua sorella gemella per cercare di rientrare nella casa di famiglia. E, sempre secondo il racconto che ha fornito il venticinquenne, aveva raggiunto un accordo con la madre che aveva accettato di farlo tornare a casa a patto che avesse pagato la sua parte di spese.

La situazione è tuttavia precipitata quando mercoledì sera, proprio mentre Mirel era in casa con la sorella, sono rientrati i genitori. Il padre non lo voleva lì. C’ è stato un primo litigio fra i due, al termine del quale il giovane è stato allontanato.

Il giorno seguente l’epilogo che ha portato al suo fermo da parte dei carabinieri. Il ragazzo si è presentato di nuovo a casa dei genitori giovedì intorno alle 13.30, con tutta l’intenzione di farsi accettare. Il pare, tuttavia, gli ha messo davanti un no risoluto che ha innescato una violenta discussione fra i due. Dalle minacce e gli improperi si è passati presto ai fatti. In un raptus d’ira, il ragazzo ha divelto la cassetta delle lettere scagliandola con il padre. Sabedin Xhurxhi, 55 anni, è stato colpito alla testa. Un colpo violento, che gli ha spaccato la teca cranica. È piombato a terra privo di sensi.

Mirel ha cercato di allontanarsi ma in pochi minuti sono arrivati i carabinieri che lo hanno subito rintracciato e arrestato. Nel frattempo il padre è stato soccorso dai sanitari del Suem 118 che l’hanno caricato in ambulanza e portato all’ospedale di Camposampiero. Per il giovane resta l’accusa di tentato omicidio. —

Elena Livieri