Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Favoreggiamento il pm chiede due anni per Cappadona

Rivelazione di segreto d’ufficio e favoreggiamento: per l’ex responsabile della sezione di polizia giudiziaria della procura di Padova Franco Cappadona, il pm Federica Baccaglini ha chiesto ieri una...

Rivelazione di segreto d’ufficio e favoreggiamento: per l’ex responsabile della sezione di polizia giudiziaria della procura di Padova Franco Cappadona, il pm Federica Baccaglini ha chiesto ieri una condanna a due anni. II luogotenente dei carabinieri, già condannato in primo grado a 4 anni per aver cercato di pilotare la scelta della nuova sede dell’Arpav, avrebbe rivelato a Giancarlo Galan, tramite l’amica comune Regina Bertigpaglia (ex consigliera regionale), che era indagato nell’ambito ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Rivelazione di segreto d’ufficio e favoreggiamento: per l’ex responsabile della sezione di polizia giudiziaria della procura di Padova Franco Cappadona, il pm Federica Baccaglini ha chiesto ieri una condanna a due anni. II luogotenente dei carabinieri, già condannato in primo grado a 4 anni per aver cercato di pilotare la scelta della nuova sede dell’Arpav, avrebbe rivelato a Giancarlo Galan, tramite l’amica comune Regina Bertigpaglia (ex consigliera regionale), che era indagato nell’ambito dell’inchiesta sul Mose.

Imputato con il sessantenne di Piove di Sacco anche Franco Ferlin, 71 anni, di Villanova di Camposampiero, noto personaggio della Prima Repubblica e braccio destro dell’ex presidente della giunta regionale e leader doroteo Franco Cremonese.

I reati contestati a Cappadona, difeso dagli avvocati Tommaso Calderone e Roberto Boev, sarebbero stati commessi tra il 2011 e il 30 gennaio 2014. L’accusa di favoreggiamento nei confronti di Ferlin è prescritta. Non così per le contestazioni a Cappadona. Nel 2013 avrebbe rivelato a Regina Bertipaglia (anche lei di Piove di Sacco) che la guardia di finanza stava indagando su Giancarlo Galan e sulla sua villa di Cinto Euganeo nell’ambito dell’inchiesta sulle tangenti per il Mose. Sempre Cappadona avrebbe rivelato all’ingegnere Tiziano Pinato, dipendente del Genio civile, che era intercettato con l’imprenditore Fortunato Capparotto nell’ambito di un’inchiesta per turbativa d’asta. Altra soffiata a Francesco Luise di Piove a cui Cappadona fa sapere che il suo amico Ivone Sartori è indagato per riciclaggio internazionale. Si torna in aula il 5 ottobre. —

Elena Livieri