Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

False griffe rimosse dai vestiti per donarli a famiglie indigenti

L’assessore Beltrame e una  decina di volontari al lavoro un giorno intero per togliere le etichette da 560 capi sequestrati dalla Finanza

CITTADELLA

La Guardia di finanza sequestra 560 giubbotti con griffe contraffatte e, anziché distruggerli, li affida al Comune di Cittadella: nelle prossime settimane i capi invernali saranno indossati da persone che faticano ad arrivare a fine mese. Condizione necessaria: l'eliminazione di tutti gli elementi identificativi.

Tutto questo è stato possibile grazie all'interesse dell'assessore comunale ai Servizi sociali, Marina Beltrame, e all'opera di una decina di volontari: nel corso di una in ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CITTADELLA

La Guardia di finanza sequestra 560 giubbotti con griffe contraffatte e, anziché distruggerli, li affida al Comune di Cittadella: nelle prossime settimane i capi invernali saranno indossati da persone che faticano ad arrivare a fine mese. Condizione necessaria: l'eliminazione di tutti gli elementi identificativi.

Tutto questo è stato possibile grazie all'interesse dell'assessore comunale ai Servizi sociali, Marina Beltrame, e all'opera di una decina di volontari: nel corso di una intensa giornata di lavoro nella ex scuola elementare di Santa Croce Bigolina, e sotto lo sguardo vigile degli uomini del 117 come disposto dall’autorita giudiziaria, assessore e volontari hanno rimosso etichette e ricami relativi al marchio contraffatto. Ora gli indumenti, di varie taglie, sono pronti per essere consegnati alle associazioni cittadellesi attive in ambito sociale, che li distribuiranno tra i loro assistiti.

I capi di abbigliamento griffati ma contraffatti sono stati requisiti alcune mesi fa dalle Fiamme gialle nel corso di una maxi operazione. «Non saranno quindi esposti nelle vetrine dei negozi, ma entreranno nelle case delle famiglie cittadellesi più bisognose», le parole del sindaco di Cittadella, Luca Pierobon. «Per la seconda volta i finanzieri hanno contattato l'amministrazione comunale affinchè ne faccia un uso virtuoso». Si tratta di «un’importante iniziativa che si presenta come una forma di sostegno e di aiuto ai cittadellesi in difficoltà», continua il primo cittadino, «nei giorni scorsi un gruppo di volontari si è messo all'opera per eliminare ogni elemento identificativo dei marchi.

La prima consegna è stata effettuata sabato scorso alle famiglie seguite dalla Croce Rossa Italiana di Cittadella e poi alle varie case-famiglia e alle persone le cui necessità ci sono note. Questo è un ulteriore messaggio che l'amministrazione ha voluto lanciare: precedenza alla nostra gente, che merita tutto il nostro aiuto e sostegno con iniziative concrete e tempestive», conclude il sindaco Pierobon. —

Silvia Bergamin