Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Vigili, oltre 40 controlli delle aree private incolte

PIOVE DI SACCOÈ stata un’estate di intenso monitoraggio, da parte della polizia locale, delle aree private lasciate incolte e abbandonate all’incuria. Un fenomeno in aumento a cui il Comune ha...

PIOVE DI SACCO

È stata un’estate di intenso monitoraggio, da parte della polizia locale, delle aree private lasciate incolte e abbandonate all’incuria. Un fenomeno in aumento a cui il Comune ha cercato di porre un freno disponendo sopralluoghi, richiami e multe. Gli agenti sono stati impegnati in una serie di servizi mirati. Da una parte ci sono ragioni di tipo sanitario, dall’altra quella di fare rispettare il regolamento di Polizia Urbana che delinea le linee comportamentali da parte dei ci ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PIOVE DI SACCO

È stata un’estate di intenso monitoraggio, da parte della polizia locale, delle aree private lasciate incolte e abbandonate all’incuria. Un fenomeno in aumento a cui il Comune ha cercato di porre un freno disponendo sopralluoghi, richiami e multe. Gli agenti sono stati impegnati in una serie di servizi mirati. Da una parte ci sono ragioni di tipo sanitario, dall’altra quella di fare rispettare il regolamento di Polizia Urbana che delinea le linee comportamentali da parte dei cittadini.

In questi ultimi mesi sono già stati effettuati oltre una quarantina di controlli, con altri 12 già pianificati. «Con gli agenti», spiega il comandante Francesca Prota, «sono stati messi in atto servizi di ispezione e rilevazione ad hoc, che stanno portando i frutti. Le aree lasciate incolte, oltre che causare disagi, problemi di visibilità e proliferare di animali, rappresentano una grande mancanza di rispetto nei confronti dei vicini e della città. Meglio prevenire qualsiasi problema, tenendo pulito quanto di propria proprietà».

A seguito dei sopralluoghi, in 25 casi i proprietari hanno adempiuto alla bonifica e sistemazione immediata dei luoghi, mentre in tredici occasioni sono state elevate sanzioni da 300 euro ciascuna. «Durante questi controlli», conclude Prota, «a tre persone è stato contestato l’abbandono di rifiuti, con notifica di verbali dell’importo di 600 euro. In altri due casi, poi, è stata rilevata l’inottemperanza dell’ordinanza relativa alla lotta di contenimento della zanzara». «È preferibile» aggiunge il sindaco Davide Gianella «prevenire. La cura del territorio aiuta anche nel contenimento della prolificazione di animali e zanzare». —

AL.CE.