Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Condoglianze per il marito» e le rubano tutti i gioielli

Due donne a casa di un’anziana una volta saputo del lutto. I carabinieri: «Scelgono le vittime guardando le epigrafi»

PADOVA. «Buongiorno signora, abbiamo saputo della recente scomparsa di suo marito. Volevamo farle le condoglianze»: così, squallidamente, due ladre si sono presentate a casa di un’anziana, da poco rimasta vedova. Con questa scusa si sono introdotte nell’appartamento della donna, da dove sono riuscite a rubare alcuni gioielli senza che lei se ne accorgesse. È una storia triste, l’ennesima truffa ai danni di una 87enne residente in via Delle Valli, una laterale di via Vigonovese, che mette all ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA. «Buongiorno signora, abbiamo saputo della recente scomparsa di suo marito. Volevamo farle le condoglianze»: così, squallidamente, due ladre si sono presentate a casa di un’anziana, da poco rimasta vedova. Con questa scusa si sono introdotte nell’appartamento della donna, da dove sono riuscite a rubare alcuni gioielli senza che lei se ne accorgesse. È una storia triste, l’ennesima truffa ai danni di una 87enne residente in via Delle Valli, una laterale di via Vigonovese, che mette alla luce un nuovo fenomeno alquanto preoccupante.

L’epigrafe e la truffa. I malintenzionati vanno a vedere le epigrafi per capire dove possono trovare l’anziano rimasto solo, più debole e indifeso, per poi derubarlo. Ieri in tarda mattinata l’87enne si trovava in casa, intenta a sbrigare alcune faccende, quando ha sentito suonare il campanello. Aperta la porta si è trovata di fronte due donne, che subito le hanno riempito la testa di parole e convenevoli. Le hanno detto che sapevano della morte del marito, che erano veramente dispiaciute e che erano là per porgerle le condoglianze. L’anziana, in buona fede, non ha esitato a farle entrare in casa. Le ha fatte accomodare in salotto e si è lasciata “consolare” dai tanti bei discorsi delle donne.

Arraffati i gioielli. Nel frattempo, mentre una parlava, l’altra con una scusa si è allontanata. Ha girato per le stanze della casa, finché non ha trovato quello che cercava: i gioielli che l’anziana custodiva gelosamente nel suo portagioie. Ha arraffato due anelli e un paio di orecchini d’oro, prima di raggiungere la sua complice e allontanarsi in tutta fretta. Sul caso indagano i carabinieri. —