Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Asilo da chiudere scatta su facebook una raccolta fondi

Il sindaco Barbierato incontrerà il parroco martedì prossimo Sulla vicenda interviene il Movimento 5 Stelle: «Comune e parrocchia collaborino»

ABANO TERME

È fissato per martedì prossimo l’incontro tra il sindaco Federico Barbierato e il parroco di Giarre, don Odilio per discutere della chiusura, a partire dall’anno scolastico 2019-2020, dell’asilo di Giarre. I troppi soldi da investire per adeguare la scuola materna Beata Liduina Meneguzzi di Giarre e la scelta della Curia di far assorbire i piccoli asili da quelli più grandi costringerà il parroco a chiudere la scuola tra un anno.

appoggio al parroco

«Ci è stato chiesto un incontro» ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ABANO TERME

È fissato per martedì prossimo l’incontro tra il sindaco Federico Barbierato e il parroco di Giarre, don Odilio per discutere della chiusura, a partire dall’anno scolastico 2019-2020, dell’asilo di Giarre. I troppi soldi da investire per adeguare la scuola materna Beata Liduina Meneguzzi di Giarre e la scelta della Curia di far assorbire i piccoli asili da quelli più grandi costringerà il parroco a chiudere la scuola tra un anno.

appoggio al parroco

«Ci è stato chiesto un incontro», spiega Barbierato. «Per quanto ci riguarda daremo al parroco tutto il nostro appoggio, sempre tenendo conto che la struttura è privata e di proprietà di parrocchia e Curia. Il nostro Comune dà già un buon contributo alle scuole materne private e quindi il nostro lo stiamo facendo». La comunità di Giarre è intanto sotto choc. Su Facebook è nata anche una pagina per raccogliere fondi a favore dell’asilo e quindi effettuare le opere di adeguamento strutturale antisismico. Le famiglie dei 44 bimbi iscritti sono preoccupate, ma ad essere preoccupata è tutta la comunità di Giarre che vede sempre più all’orizzonte la prospettiva di un quartiere dormitorio.

intervento del m5s

Sulla questione è intervenuta anche la sezione Terme Euganee del Movimento 5 Stelle: «Di fronte a questa situazione, riteniamo che sia necessario stabilire in primis quali siano le reali condizioni dell’edificio, capire l’ordine di grandezza dell’investimento da affrontare e, in tal senso, sarebbe auspicabile, secondo noi, che Parrocchia e Comune in concertazione individuassero una soluzione percorribile. Il Comune, ad esempio, potrebbe partecipare all’onere come anche agli utili; prevedere una sede alternativa per quelle classi (o tutte le classi) che presentano problemi di staticità, per alcuni mesi o per l’intero anno scolastico, fino a ristabilire la sicurezza. Al più presto, la situazione dovrebbe essere molto chiara al sindaco e alla giunta». Domani, alla messa delle 10, si parlerà della questione ed è prevista una grande partecipazione. —

Federico Franchin