Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cane azzanna i bimbi al parco, operata promessa della danza

Il bull terrier era fuggito da un’abitazione, la ragazzina ferita al polpaccio. Medicate la mamma e la sorellina di 15 mesi 

BORGORICCO. Due sorelline, di 7 anni e mezzo e di 15 mesi, sono state azzannate da un bull terrier fuggito da un’abitazione. Un pomeriggio di gioco e di serenità nel parco pubblico si è trasformato in un incubo per alcuni bambini e le loro mamme a causa dell’animale che ha seminato il panico.

La più grandicella, delle due sorelle è stata operata al polpaccio della gamba destra, squarciata dai morsi, e medicata alla sinistra.

È ricoverata in Pediatria e dovrebbe venire dimessa. Fortunatamente t ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BORGORICCO. Due sorelline, di 7 anni e mezzo e di 15 mesi, sono state azzannate da un bull terrier fuggito da un’abitazione. Un pomeriggio di gioco e di serenità nel parco pubblico si è trasformato in un incubo per alcuni bambini e le loro mamme a causa dell’animale che ha seminato il panico.

La più grandicella, delle due sorelle è stata operata al polpaccio della gamba destra, squarciata dai morsi, e medicata alla sinistra.

È ricoverata in Pediatria e dovrebbe venire dimessa. Fortunatamente tendini e muscoli sono salvi, particolare importante per lei che è una promessa della danza. La piccolina è stata medicata ed è tornata a casa.

Le bimbe e la loro mamma sono sotto terapia antibiotica. «I medici non finivano di dirmi che siamo state fortunate» racconta la mamma fra i singhiozzi e sotto choc, «per fortuna eravamo in tante mamme altrimenti eravamo finite. Andremo avanti a denunciare: sono troppi i padroni che lasciano entrare nel parco i loro animali senza museruola e guinzaglio».

Il grave episodio è accaduto lunedì verso le 17 nel parco Don Bosco, in via don Domenico Fanton a San Michele delle Badesse. C’erano una decina di bambini con le loro mamme quando è spuntato all’improvviso il bull terrier che è andato dritto verso l’altalena dove c’era la sorellina più piccola, dondolata dalla mamma.

«Ha cominciato a mordicchiare la bambina» racconta un’altra mamma testimone dell’accaduto, « La mamma ha provato a scacciarlo, ma l’animale ha continuato a mordere la bambina in modo aggressivo strappandole pantaloncino e body».

La mamma della piccolina ricordadi aver tentato di tutto per strappargli la figlioletta dalle fauci: «Quel cane aveva una forza bestiale, era infuriato, poteva ucciderci. Non so dove ho trovato tanta forza per salvare la mia bambina». A darle man forte un’amica e un’altra mamma, che hanno tirato il cane per le zampe. «L’ho pure calciato e mi ha dato un morso, l’altra mamma ha riportato escoriazioni. A salvare la piccola è stato forse il pannolino», dice l’amica. Il bull terrier non si è allontanato ma, dopo aver strapazzato una palla, ha preso di mira gli altri bambini.

«C’è stato un fuggi fuggi, io ho spinto le mie bambine e un altro piccolo in alto sullo scivolo» continua la testimone, «Alcuni bimbi, fra cui la piccola di 7 anni, si trovavano sulla carrucola quando il cane li ha puntati. Sono scappati, purtroppo lei è scivolata e il cane l’ha azzannata alle gambe». Alcuni muratori che lavoravano in un vicino cantiere sono accorsi e a colpi di badile lo hanno allontanato. Le due sorelline e la loro mamma sono state trasportate in ambulanza all’ospedale di Camposampiero. La grandicella è stata sotto i ferri un’ora e mezza.

Nel parco sono arrivati i vigili della Federazione che hanno rintracciato il bull terrier. «Era stato affidato a un’amica della proprietaria ma le è scappato» fa sapere il comandante Walter Marcato. Argo, è il nome del cane, è rimasto ferito ed è stato portato in una clinica veterinaria: per lui scatta il protocollo sanitario. La proprietaria dovrà rispondere di omessa custodia e verrà sanzionata per la violazione dell’articolo 20 del Regolamento di Polizia urbana e dell’ordinanza del sindaco.