Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Stroncata dal male la maestra Diana Ha donato le cornee

CADONEGHEÈ stata per generazioni di bambini di Cadoneghe la maestra Diana, ma una malattia rara in soli due mesi l’ha portata via alla vita e all’affetto dei suoi cari. È toccato al figlio Alessandro,...

CADONEGHE

È stata per generazioni di bambini di Cadoneghe la maestra Diana, ma una malattia rara in soli due mesi l’ha portata via alla vita e all’affetto dei suoi cari. È toccato al figlio Alessandro, con le lacrime agli occhi, informare venerdì i suoi molti amici, anche virtuali, della sua scomparsa. Diana Boschello, 61 anni, da un paio d’anni era andata in pensione e si era appassionata al tango, alla sua storia e alla traduzione dei testi. Solare e spumeggiante, è stata una maestra allegr ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CADONEGHE

È stata per generazioni di bambini di Cadoneghe la maestra Diana, ma una malattia rara in soli due mesi l’ha portata via alla vita e all’affetto dei suoi cari. È toccato al figlio Alessandro, con le lacrime agli occhi, informare venerdì i suoi molti amici, anche virtuali, della sua scomparsa. Diana Boschello, 61 anni, da un paio d’anni era andata in pensione e si era appassionata al tango, alla sua storia e alla traduzione dei testi. Solare e spumeggiante, è stata una maestra allegra e generosa: uno dei tanti alunni alla scuola “Maria Boschetti Alberti” ricorda come per aiutarlo nella lettura tenesse per lui delle lezioni pomeridiane gratuite a casa propria. Una generosità che la maestra Diana ha dimostrato anche dopo la sua scomparsa, donando le cornee. E appunto per onorarne la memoria con un gesto di speranza e solidarietà i familiari chiedono di non acquistare dei fiori per il funerale, che sarà celebrato oggi alle 15.30 nella chiesa di Mejaniga, bensì di devolvere una donazione all’Istituto oncologico veneto, che l’ha seguita dal punto di vista medico e umano nei due durissimi mesi durante i quali si è manifestata la malattia. Diana lascia il marito Willi e il figlio Alessandro con la compagna Elisa e la nipotina Gaia. A piangerla ci sono anche la mamma Zaira e i fratelli Emanuela, Giulio, Marisol e Gianluigi: il padre Gerardo, scomparso due anni fa, fu giudice di conciliazione a Borgoricco. —

CRI.S.