Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Evade otto volte dai domiciliari Ora è in carcere

Gionata Floriani vanta un lungo curriculum di furti e rapine Nel 2017 venne indagato per l’assalto a una gioielleria in cui fu ucciso l’orafo

campo san martino

Quanto è difficile a volte finire dietro le sbarre. Colpa di una giustizia che, fatta la norme, s’inventa anche la regola contraria, magari solo una scappatoia per evitare il sovraffollamento delle strutture penitenziarie. Emblematica la vicenda giudiziaria di Gionata Floriani, 41 enne di famiglia giostraia, domiciliato a Busiago di Campo San Martino. Nell’arco di poco più di un anno (dal 23 giugno 2017 al 20 agosto scorso) è stato arrestato 8 volte per il reato di evasione ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

campo san martino

Quanto è difficile a volte finire dietro le sbarre. Colpa di una giustizia che, fatta la norme, s’inventa anche la regola contraria, magari solo una scappatoia per evitare il sovraffollamento delle strutture penitenziarie. Emblematica la vicenda giudiziaria di Gionata Floriani, 41 enne di famiglia giostraia, domiciliato a Busiago di Campo San Martino. Nell’arco di poco più di un anno (dal 23 giugno 2017 al 20 agosto scorso) è stato arrestato 8 volte per il reato di evasione per non aver rispettato gli arresti domiciliari. Evasione anche sfrontata la penultima quando chiama al telefono i carabinieri il pomeriggio del 15 agosto scorso comunicando di essere tornato a casa. Solo dopo l’ultima “passeggiata” è finito nel carcere Due Palazzi grazie a un provvedimento del gip Beatrice Bergamasco che ha accolto la richiesta del pm padovano Benedetto Roberti. Piuttosto sostanzioso il curriculum di Floriani che conta furti, rapine e diversi processi pendenti sia a Padova che a Treviso come a Venezia. Non solo. Nel 2017 viene indagato dalla procura di Mantova per l’assalto a una gioielleria di Suzzara in cui fu ucciso l’orafo 41enne Gabriele Mora. Orafo che, a sua volta, ferì a morte un bandito. L’inchiesta è chiusa: del commando di fuoco avrebbe fatto parte Floriani, ora accusato di omicidio volontario e rapina. In più la procura di Brescia lo ha coinvolto in un’inchiesta per associazione a delinquere finalizzata a mettere a segno assalti ai bancomat (impiegando esplosivo) in Veneto e Lombardia. Gionata sarebbe stato il “luogotenente” del capo Jody Garbin: dopo ogni colpo, la banda si spartiva il bottino in un campo di Busiago dietro la chiesa. —

CRI.GEN.