Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La Federazione avvia un piano per dar lavoro a 39 disoccupati

Bui: «Lo scopo è quello di permettere alle persone in difficoltà di guadagnarsi  uno stipendio svolgendo  impieghi socialmente utili» 

CAMPOSAMPIERO

Via al piano della Federazione dei Comuni del Camposampierese per l’inserimento di 39 disoccupati nel mondo del lavoro. Il progetto, finanziato dalla Regione e inserito nel Programma operativo veneto Fondo sociale europeo 2014-2020, è mirato ad aiutare persone disoccupate e in difficoltà.

«Lo scopo» ha detto il presidente della Federazione, Fabio Bui, è quello di permettere alle persone in difficoltà di guadagnarsi uno stipendio facendo lavori socialmente utili: i candidati scelt ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPOSAMPIERO

Via al piano della Federazione dei Comuni del Camposampierese per l’inserimento di 39 disoccupati nel mondo del lavoro. Il progetto, finanziato dalla Regione e inserito nel Programma operativo veneto Fondo sociale europeo 2014-2020, è mirato ad aiutare persone disoccupate e in difficoltà.

«Lo scopo» ha detto il presidente della Federazione, Fabio Bui, è quello di permettere alle persone in difficoltà di guadagnarsi uno stipendio facendo lavori socialmente utili: i candidati scelti seguiranno dei corsi di orientamento e formazione». Il progetto è destinato in particolare ai disoccupati di lunga durata, a rischio di esclusione sociale e povertà, e a persone che non percepiscono altri sussidi. Potranno candidarsi i cittadini, di età superiore ai 30 anni, che risiedono o sono domiciliati negli undici comuni della Federazione. Nei prossimi mesi verranno caricati i moduli di candidatura nei siti dei comuni, mentre l’attività lavorativa inizierà con il nuovo anno: «L’obiettivo non è solo quello di offrire un lavoro a delle persone, ma anche di facilitare un loro reinserimento al termine di questa esperienza», ha commentato Bui. Oltre ad avere la possibilità di lavorare nel comune di residenza, i candidati riceveranno un contratto di lavoro a tempo determinato della durata 6 mesi e svolgeranno lavori di pubblica utilità. I 39 cittadini potranno lavorare nelle biblioteche, nei musei, potranno occuparsi della gestione del verde o lavorare negli uffici comunali. La Regione Veneto per questo progetto ha stanziato 235. 872 euro, mentre la Federazione ha partecipato con un contributo di 31.200 euro e la Fondazione Cariparo ha messo a disposizione 38 mila euro.

«Questo progetto è il segnale di una Federazione che continua a portare a casa risultati» aggiunge Bui, «Il vero valore aggiunto del territorio del Camposampierese è la Federazione che molti altri comuni, anche fuori dal Veneto, vedono come un una realtà alla quale ispirarsi. In tutto ciò l’impegno dei sindaci è sempre molto forte e fondamentale per portare avanti iniziative come questa e lo stesso sistema di gestione associata». —

Martina Mazzaro