Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Padova, muore novantunenne infetto da West Nile

L'anziano viveva all'Arcella ed era affetto da altre patologie. Il Comune annuncia disinfestazione alle 3 di notte e invita i residenti a tenere le finestre chiuse e spenti i condizionatori, oltre ad altre misure precauzionali

West Nile virus, 9 cose da sapere

PADOVA. Potrebbe essere il primo decesso a Padova città dovuto alla West Nile, l'infezione trasmessa dalle zanzare. Si tratta di una persona di 91 anni, già sofferente per alcune patologie non legate al virus. Ne ha dato notizia nel pomeriggio il Comune di Padova con un comunicato stampa: "Ad una persona di 91 anni deceduta in questi giorni è stata riscontrata l’infezion ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

West Nile virus, 9 cose da sapere

PADOVA. Potrebbe essere il primo decesso a Padova città dovuto alla West Nile, l'infezione trasmessa dalle zanzare. Si tratta di una persona di 91 anni, già sofferente per alcune patologie non legate al virus. Ne ha dato notizia nel pomeriggio il Comune di Padova con un comunicato stampa: "Ad una persona di 91 anni deceduta in questi giorni è stata riscontrata l’infezione da virus West Nile. La persona era da tempo sofferente anche per altre patologie".

Il Comune di Padova, come sempre in questi casi, si è attivato per gli interventi di disinfestazione straordinaria previsti dal protocollo regionale: questa notte in zona San Bellino all’Arcella saranno effettuati dei trattamenti adulticidi e larvicidi.

In queste ore l’Amministrazione si sta muovendo per informare la popolazione, anche attraverso annunci acustici in zona, degli interventi e sulle precauzioni da prendere (tenere chiuse le finestre e spenti i condizionatori, raccogliere frutta e verdura pronta al consumo dagli orti, raccogliere la biancheria stesa all’aperto e non lasciare uscire gli animali domestici).

L’intervento sarà effettuato alle 3 del mattino.

ECCO L'ELENCO DELLE VIE INTERESSATE

raggio 200 metri (adulticidi)
via Della Quercia civici 1-23 e 2-24
via Mino da Fiesole
via Ghiberti, dal 1 al 5 e dal 2 al 8
via Zoppo, dal 2 al 12 e dal 1 al 5
via Sebastiano del Piombo, 1,3,5,6,4,
via Lotto, dal 1 al 6
via Correggio, 2, 3, 4, 5, 6,7
via Buonarroti dal 197 al 243 e dal 150 al 218
via Segantini, dal 1 al 15 e dal 2 al 20
via Noale
via Maggiovia Duccio
via Crivelli
via Bramante, dal 1 al 9 e dal 2 al 12
 
Interventi larvicidi e rimozione dei focolai larvali nel raggio di 500 metri dal sito di riscontro
dell’infezione
via Istria, in parte
via Vandura, in parte
via Natisone, in parte
via Adige, in parte
via A Da Bassano, in parte
via Vianello
via Lussino, in parte
via Pisino, in parte
via Brigata Tenda
via Zara, in parte
via Veglia
via Arbe
via Rovigno
via Quarnaro
via Abbazia
via Cattaro
via Umago, in parte
via Portorose
via Pola
via Danieletti, in parte
via Palladio, in parte
via Guicciardini, in parte
via Morelli
via Gemito
via Fattori
via Dosso Dossi
via Parenzo
via Buonarroti, in parte
via Correggio
via Lotto
via Zoppo
cavalcavia Camerini
via Ghiberti
via Minio da Fiesole
via Segantini
via Da Cavino
via Di Duccio
via Crivelli
via Bramante
via Dosso Dossi
via Fattori
via Gemito
via Chiaradia
via Forabosco
via Parodi
via Penello
via Zize
via Moroni, in parte
via Lippi, in parte
via Induno
via San bellino
via Caffi
via Della Quercia, in parte
via Del Giglio, in parte
via A. da Forlì
via Guardi, in parte
via Florigerio, in parte

“Stiamo lavorando da giorni sulle misure per contenere la diffusione del virus - sottolinea l’assessora all’Ambiente, Chiara Gallani - Abbiamo chiesto un tavolo di coordinamento tra enti convocato dall’Ulss 6 Euganea per mettere a punto una strategia comune. Abbiamo previsto misure che si possano affiancare a quelle ordinarie e straordinarie che continuiamo a fare (stiamo iniziando in questi giorni il sesto ciclo come pubblicato su Padovanet). In accordo con il Sindaco abbiamo a disposizione delle risorse aggiuntive per queste iniziative che saranno pienamente effettive già nei prossimi giorni. Come sempre dobbiamo raccomandare la collaborazione di tutti: l’attenzione di svuotare i ristagni d’acqua in giardini e terrazze e le normali precauzioni per evitare le punture di insetti sono importanti”.

Si tratta del secondo decesso dovuto alla West Nile in provincia di Padova, quest'estate: il primo si era registrato a Este. Mercoledì 8 agosto era morto Mario Luigino Lazzarini, 89 anni, deceduto nel reparto di Medicina dell’ospedale “Madre Teresa” di Schiavonia.