Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scazzottata sotto il semaforo per una risata di troppo

È rosso: l’auto si ferma, i due a bordo scherzano. Un passante pensa lo prendano in giro e si scatena a calci e pugni: l’uomo al volante ha 15 giorni di prognosi

CONSELVE

Una risata di troppo, poi lo scambio sempre più acceso di battute e infine la scazzottata, finita con la fuga dell’uno e il ricorso al Pronto soccorso dell’altro. Serata da dimenticare per un automobilista di Maserà, colpito violentemente senza preavviso da un pedone ieri notte a Conselve. Il malcapitato è E.B.A.A., 35 anni, egiziano residente a Maserà.



L’automobilista, intorno all’1.40 di domenica notte, era fermo al semaforo rosso di via Roma, davanti alla pasticceria “Prima o Poi” ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CONSELVE

Una risata di troppo, poi lo scambio sempre più acceso di battute e infine la scazzottata, finita con la fuga dell’uno e il ricorso al Pronto soccorso dell’altro. Serata da dimenticare per un automobilista di Maserà, colpito violentemente senza preavviso da un pedone ieri notte a Conselve. Il malcapitato è E.B.A.A., 35 anni, egiziano residente a Maserà.



L’automobilista, intorno all’1.40 di domenica notte, era fermo al semaforo rosso di via Roma, davanti alla pasticceria “Prima o Poi”. Era in auto con la compagna e stava attendendo che arrivasse il verde per poter ripartire. Nonostante l’ora era ancora molto caldo, perciò la coppia chiacchierava con i finestrini dell’auto abbassati.

I due si sono scambiati alcune battute, lasciandosi andare a qualche risata che si è stata evidentemente avvertita anche fuori dall’abitacolo. Un pedone, che stava attraversando la strada mentre il semaforo era rosso, ha avvertito queste risate provenire dall’auto dell’egiziano e le ha interpretate in un solo modo: ha pensato che la coppia lo stesse prendendo in giro. Si è quindi avvicinato al finestrino della vettura chiedendo spiegazioni.



Qualche parola di troppo, un’accusa dietro l’altra, forse qualche equivoco: il caldo ad accendere ancor più gli animi e la bagarre si è trasformata da verbale a violenta. L’egiziano è uscito dall’auto e i due si sono presi a calci e pugni. Sferrati gli ultimi colpi, il pedone si è dato alla fuga mentre l’automobilista – crollato a terra - ha dovuto chiedere l’intervento dei sanitari del 118, intervenuti direttamente in via Roma assieme a una pattuglia dei carabinieri di Conselve. Il trentacinquenne è stato trasportato in ospedale a Schiavonia: i medici gli hanno diagnosticato uno pneumotorace, trattenendolo tutta la notte in osservazione. Per lui almeno quindici giorni di prognosi e più di qualche contusione da medicare. Ovviamente ora i militari conselvani sono alla ricerca dell’aggressore, che si è volatilizzato prima dell’arrivo di carabinieri e soccorritori.



Il fatto che fosse a piedi, e a quell’ora della notte, fa pensare che possa trattarsi di un residente, o comunque di qualcuno che non viva molto distante da quell’incrocio. —