Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ronfa beato col sedere al vento e scatena il finimondo sui social

Camposampiero, la foto dell’africano viene postata su Facebook: esplodono polemiche e critiche. Zanon: «Degrado, togliamo le panchine». Maccarrone: «Bastava avvisare i vigili»

CAMPOSAMPIERO. Una panchina ombreggiata da un grande albero, lontano dalla via principale quanto basta per non essere al centro dell’attenzione. Il luogo ideale dove farsi una dormita al fresco in un pomeriggio afoso. Deve averlo pensato anche lo sconosciuto che martedì pomeriggio ne ha approfittato. Ma nel sonno si è rigirato fino a rimanere con i pantaloni abbassati e il fondo schiena di fuori. Qualcuno l’ha fotografato e ha postato l’immagine sui social, scatenando le proteste e un forte ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPOSAMPIERO. Una panchina ombreggiata da un grande albero, lontano dalla via principale quanto basta per non essere al centro dell’attenzione. Il luogo ideale dove farsi una dormita al fresco in un pomeriggio afoso. Deve averlo pensato anche lo sconosciuto che martedì pomeriggio ne ha approfittato. Ma nel sonno si è rigirato fino a rimanere con i pantaloni abbassati e il fondo schiena di fuori. Qualcuno l’ha fotografato e ha postato l’immagine sui social, scatenando le proteste e un forte dibattito.

fuoco alle polvere. A darlo è stato il gruppo consiliare di opposizione Camposampiero Città Progetto Cambiamento, che ha nell’ex sindaco Domenico Zanon il suo leader. Che ha postato un commento feroce: «Ecco le foto del degrado, dell’abbandono della nostra stazione», scrive sui social. «Neanche farlo apposta, il giorno in cui i due sindaci Pd di Camposampiero e Loreggia e il comando dei vigli della Federazione fanno il bilancio positivo del lavoro sulla sicurezza e la vigilanza dei cittadini».

bordate politiche. Attacco anche, e non solo, al sindaco Katia Maccarrone: «Non è riuscita a installare neanche una telecamera per la video sorveglianza. A questo punto, appurato che i vigili svolgono il lavoro in ufficio e non sul territorio, si impone una scelta coraggiosa: togliere le panchine anche in alcuni parchi pubblici, veri e propri bivacchi per vagabondi e oziosi».

L’intervento è stato accolto da una raffica di «mandiamoli a casa loro» e «vergogna». Ma c’è chi sottolinea che «10 metri più in là ci sono le scuole che tra poco più di un mese saranno di nuovo riaperte». E chi, come Lisa, si dissocia: «Questa immagine non è un bel vedere. Ma se quel sedere fosse stato bianco avreste fatto tutta questa polemica? Sei anni fa stessa scena, ma nessuno ha fotografato o chiamato i carabinieri se non l’ambulanza per vedere se stesse bene. Era un italiano di Camposampiero. La scena si è ripetuta per anni, ma a quanto pare il colore della pelle fa la differenza».

la replica. Interviene anche il sindaco Katia Maccarrone, che avrebbe riconosciuto nell'uomo uno straniero che gira da un pezzo nel Camposampierese e al quale, tempo fa, aveva trovato una sistemazione: «Invece di far tanto clamore e polemiche gratuite per dimostrare un degrado che non c’è, il cittadino responsabile chiama i vigili. Basta telefonare al Cot che risponde tutto il giorno perché ci sono i turni». Quanto alle telecamere, Maccarrone dice che ci sono, basta collegarle, cosa che verrà presto fatta.

Don Bruno Bevilacqua, da parte sua, interesserà la Caritas: «Togliere le panchine non risolve, è un problema umano» dice il parroco di S.Marco, «bisognerebbe interessassimo la Caritas per questo poveraccio che evidentemente è in sofferenza». —