Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Rogo all’Iperlando scatta la caccia ai responsabili

Le indagini si concentrano  sull’ambiente del commercio visto il clima di forte tensione  contro l’ampliamento del centro di distribuzione

VEGGIANO

Il rogo di origine dolosa che nella tarda serata di lunedì ha danneggiato due camion e un caterpillar dell’impresa Fratelli Gallo, nel cantiere di ampliamento dell’Iperlando di Veggiano, potrebbe trovare origine nel clima teso che si è creato negli ultimi anni tra commercianti locali e le catene della grande distribuzione, soprattutto in una zona – quella che attraversa la statale 11 – densamente popolata da centri commerciali e supermercati. Questa sarebbe la pista che starebbero se ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VEGGIANO

Il rogo di origine dolosa che nella tarda serata di lunedì ha danneggiato due camion e un caterpillar dell’impresa Fratelli Gallo, nel cantiere di ampliamento dell’Iperlando di Veggiano, potrebbe trovare origine nel clima teso che si è creato negli ultimi anni tra commercianti locali e le catene della grande distribuzione, soprattutto in una zona – quella che attraversa la statale 11 – densamente popolata da centri commerciali e supermercati. Questa sarebbe la pista che starebbero seguendo i carabinieri di Mestrino impegnati nelle indagini per individuare i responsabili di quest’atto intimidatorio. Infatti il Lando si trova sul confine tra Mestrino e Veggiano, e se sul territorio veggianese non risulterebbe esserci grande astio nei confronti della catena di distribuzione, Mestrino invece è una zona molto più stressata da questo punto di vista con la presenza di varie catene di grande distribuzione presenti nel raggio di pochi chilometri. «A Veggiano resiste ancora uno storico “casoìn” ed è un servizio prezioso» spiega il sindaco Simone Marzari, «Poi ovvio che molti da Veggiano si spostino al Lando per la spesa più grossa; il problema ipermercati comunque qui non è così sentito e infatti nella campagna elettorale dello scorso anno la questione non è stata affrontata nemmeno dalle opposizioni». E quindi la zona maggiormente coinvolta sembra Mestrino dove, infatti, nella recente campagna elettorale tutte le formazioni politiche si sono espresse contro a nuove aperture.

«A Mestrino le attività commerciali negli ultimi dieci anni sono state dimezzate» racconta Franco Pasqualetti, vice presidente di Confcommercio di Padova e con un’attività proprio nel mestrinese, «In questa zona il commercio locale è stato ucciso dalle grandi catene. In ogni caso io non credo molto alla pista di un commerciante in difficoltà: abbiamo condotto molte battaglie anche più accese ma sempre rimaste civili e mai sfociate nella violenza». —

Luca Perin