Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Restituito al Comune l’edificio all’Arcella che ospitò il Marchesi

Torna al Comune di Padova il fabbricato di viale Arcella che per quasi vent’anni, dal 1997 all’agosto 2016, è stato utilizzato come sede scolastica dell’istituto d’istruzione superiore “Concetto...

Torna al Comune di Padova il fabbricato di viale Arcella che per quasi vent’anni, dal 1997 all’agosto 2016, è stato utilizzato come sede scolastica dell’istituto d’istruzione superiore “Concetto Marchesi”. Dopo il trasferimento della sede del Marchesi a Cadoneghe, l’immobile si è liberato e, pertanto, Palazzo Moroni ha chiesto all’amministrazione guidata da Enoch Soranzo di tornare in possesso del fabbricato.

niente abbattimenti

Prima di cedere i locali, però, il Comune ha precisato che «non s ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Torna al Comune di Padova il fabbricato di viale Arcella che per quasi vent’anni, dal 1997 all’agosto 2016, è stato utilizzato come sede scolastica dell’istituto d’istruzione superiore “Concetto Marchesi”. Dopo il trasferimento della sede del Marchesi a Cadoneghe, l’immobile si è liberato e, pertanto, Palazzo Moroni ha chiesto all’amministrazione guidata da Enoch Soranzo di tornare in possesso del fabbricato.

niente abbattimenti

Prima di cedere i locali, però, il Comune ha precisato che «non sarà data attuazione alle previsioni di abbattimento contenute nel Piano degli interventi» e, in particolare, «si è impegnato a non procedere all’attuazione delle previsioni urbanistiche non compatibili con l’attuale uso degli immobili siti in via Bronzetti e viale Coadalunga».

l’atto dirigenziale

E ancora l’amministrazione municipale ha confermato «la disponibilità degli immobili attualmente assegnati in uso alla Provincia, ai sensi della legge 23/1996, impegnandosi a mettere a disposizione idonei spazi scolastici alternativi qualora dovesse venire meno la disponibilità degli spazi attualmente in uso». Sulla base di queste premesse il dirigente Antonio Zaccaria ha firmato la determina con quale restituisce al Comune di Padova l’immobile situato in viale Arcella.

40 mila euro per gli arredi

Intanto la Provincia ha stanziato 40 mila per la fornitura di arredi in vista del prossimo anno scolastico: in particolare verranno acquistate 68 cattedre, 62 sedute per cattedre, 39 armadi metallici di di varie dimensioni, 32 lavagne fisse a muro in ardesia naturale, due lavagne bianche, 60 banchi per studenti, 80 sedie per studenti, 50 sedute per laboratori d’informatica, 15 tavoli porta personal computer per laboratorio Mac, due angoli di raccordo fra scrivania e tavolo porta computer. —