Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Coppia sequestrata in casa da due banditi: «Dateci le fedi o vi tagliamo le dita»

I due coniugi

Lui 79 anni, lei 69: hanno premuto il piè di porco sulla fronte dell’uomo sino a ferirlo, violenti spintoni alla donna. Poi la fuga

BORGO VENETO. Un piede di porco premuto sulla testa di lui e una minaccia pesantissima contro di lei: «Dacci l’anello o ti tagliamo il dito». È questo l’incubo di Ferragosto vissuto da Luigi Spoladore e Maria Anna Negretto, marito e moglie di 79 e 69 anni: i due, che vivono in via Pra’di Botte – tra Saletto e Megliadino San Fidenzio di Borgo Veneto – sono stati aggrediti e rapinati mercoledì sera da una coppia di malviventi col volto coperto da passamontagna e armati di piede di porco.

...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BORGO VENETO. Un piede di porco premuto sulla testa di lui e una minaccia pesantissima contro di lei: «Dacci l’anello o ti tagliamo il dito». È questo l’incubo di Ferragosto vissuto da Luigi Spoladore e Maria Anna Negretto, marito e moglie di 79 e 69 anni: i due, che vivono in via Pra’di Botte – tra Saletto e Megliadino San Fidenzio di Borgo Veneto – sono stati aggrediti e rapinati mercoledì sera da una coppia di malviventi col volto coperto da passamontagna e armati di piede di porco.

Coniugi aggrediti a Borgo Veneto, il racconto della donna



I minuti di terrore per i due anziani coniugi sono cominciati alle 22.30, quando qualcuno ha suonato al cancello della loro abitazione, una casa singola circondata dai campi: pensando che fosse qualche ragazzaccio in vena di scherzi, Luigi Spoladore ha aperto la porta di casa ma in quel frangente qualcuno gli ha spinto il serramento contro, entrando di prepotenza nell’abitazione.

«Erano due uomini con il volto coperto e tutti e due avevano in mano un piede di porco» racconta ancora agitato il settantanovenne «Mi hanno detto di stare calmo, che non sarebbe successo nulla, e che volevano i soldi. Non erano italiani, penso fossero dell’Est». Per scongiurare la reazione del padrone di casa, uno dei due gli ha premuto sulla fronte la seghettatura del piede di porco, procurandogli peraltro una leggera ferita.

«A furia di spintoni mi hanno portato da mia moglie e ci hanno chiusi in cucina» continua l’anziano «Non ci hanno chiusi a chiave, ma minacciandoci con dei pugni e altri spintoni ci hanno intimato a non muoverci da lì». Imposizione, ovviamente, rispettata dai due malcapitati. In poco meno di dieci minuti, la coppia di ladri ha passato al setaccio le stanze della casa in cerca di oggetti di valore: hanno recuperato solamente qualche moneta («non abbiamo soldi in casa, avranno trovato forse un centinaio di euro»), un orologio e una macchina fotografica.



«Erano arrabbiati perché non c’era nulla da rubare e con cattiveria ci hanno detto che volevano le fedi che portavamo al dito» ricorda quasi piangendo Luigi «Con forza ce le hanno tolte, minacciando persino di tagliarci il dito». Con quel magro bottino hanno quindi lasciato l’abitazione, ma prima hanno frantumato un cellulare e buttato a terra il telefono di casa, forse per evitare che marito e moglie chiamassero facilmente i soccorsi. Sono usciti dalla finestra sul retro dell’abitazione, alzando la tapparella, e si sono aperti un varco nella rete che circonda la casa dei Spoladore.

Probabilmente la rete era stata tranciata prima dell’accesso in casa: la fuga era già preparata. I due ladri sono quindi scappati attraverso i campi, facendosi largo tra le piante di mais.



Luigi e Anna hanno quindi contattato i carabinieri, che giunti sul posto hanno cercato di ripercorrere la via di fuga degli aggressori, senza però trovare traccia dei due. Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118: la coppia di anziani ha rifiutato il ricovero in ospedale e si è sottoposta solo a qualche medicazione.