Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Incendio doloso nel cantiere di Iperlando: bruciati camion e caterpillar

Dati alle fiamme i mezzi dell’impresa impegnata nel contestato ampliamento. Tre sono rimasti danneggiati: danni per 15 mila euro. Indagano i carabinieri

VEGGIANO. Incendio doloso l’altra sera nel cantiere di ampliamento dell’IperLando a Veggiano in via Pedagni (una laterale della sr11). Qualcuno ha incendiato le motrici di due camion, una Renault e l’altra Iveco e le fiamme hanno interessato anche un caterpillar che però non ha riportato seri danni. I mezzi sono di proprietà dell’impresa di costruzioni “Fratelli Gallo Road” che ha sede a Padova in via Maroncelli e si sta occupando di molti cantieri importanti in città e non solo.

I vigili del ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VEGGIANO. Incendio doloso l’altra sera nel cantiere di ampliamento dell’IperLando a Veggiano in via Pedagni (una laterale della sr11). Qualcuno ha incendiato le motrici di due camion, una Renault e l’altra Iveco e le fiamme hanno interessato anche un caterpillar che però non ha riportato seri danni. I mezzi sono di proprietà dell’impresa di costruzioni “Fratelli Gallo Road” che ha sede a Padova in via Maroncelli e si sta occupando di molti cantieri importanti in città e non solo.

I vigili del fuoco vengono chiamati da alcuni residenti che notano le fiamme verso le 23. Impossibile non vedere il bagliore con la notte. Arrivano e vedono le due motrici dei camion che ardono. L’intervento è tempestivo e salva in buona parte il caterpillar parcheggiato poco distante. I pompieri hanno lavorato per circa tre ore e hanno avviato tutte le indagini possibili per avere la certezza che l’incendio sia di matrice dolosa.

Le due motrici, da buttare, erano vecchiotte e il valore approssimativo è di circa 5 mila euro per una e di 10 mila per l’altra. Da una prima informazione (la ditta è chiusa fino al 26 agosto) pare che i mezzi non siano coperti da polizza assicurativa per gli incendi. Un danno comunque non elevato.

Come detto il cantiere dove i due camion hanno preso fuoco è quello per l’ampliamento del supermercato Lando. Un ampliamento che politicamente è stato contestato. Nel giugno scorso i tre candidati sindaci a Veggiano avevano tutti assicurato la loro contrarietà a nuovi centri commerciali o all’ampliamento di quelli esistenti. Per tutti e tre era importante il commercio locale e il rilancio delle piccole attività. È dell’aprile scorso, inoltre, un atto di sabotaggio sempre al Lando di Veggiano. Non si è riusciti a risalire alla sostanza irritante che qualcuno aveva spruzzato un sabato sera all’interno del supermercato affollato di clienti. I vigili del fuoco erano intervenuti alle 19, dopo la segnalazione di alcuni malesseri alla gola e agli occhi dei clienti, determinati da una sostanza urticante, come quelle contenute negli spray anti aggressione. Le successive indagini in merito a questo gesto non hanno portato a nulla di concreto, almeno a oggi. È sicuramente un azzardo accomunare i due episodi. Almeno dagli elementi per ora a disposizione.

I carabinieri di Mestrino stanno indagando in merito all’atto incendiario. Per prassi aspettano formalmente l’esito dell’accertamento dei pompieri ma si stanno comunque già muovendo per cercare gli autori e risalire al perchè di un atto così grave e ingiustificato. Sono stati ascoltati i responsabili del cantiere che hanno assicurato di non aver mai ricevuto minacce o comunque di non aver mai ricevuto insofferenze da parte dei residenti per il loro lavoro, mirato all’ampliamento della struttura commerciale di vendita. Pare il Lando apra anche un punto di vendita di abbigliamento.

Il titolare della ditta di costruzioni è all’estero e uno dei due soci ha raccontato di essere alquanto sorpreso e incredulo di fronte ad un atto del genere. Potrebbe essere la bravata di qualcuno o potrebbe esserci qualcosa di più serio. —