Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Parcheggio selvaggio alla Busa Giaretta due auto si “toccano” e scoppia il finimondo

Anziana al volante rischia di finire in acqua, gli animi si scaldano e i residenti si infuriano: alla fine devono intervenire i carabinieri

CARMIGNANO DI BRENTA

Parcheggio selvaggio lungo il Brenta, due auto si scontrano e scoppia il caos, al punto che per sedare gli animi devono intervenire i carabinieri. È successo sabato in via Maglio, al centro di un esposto dei residenti costretti a convivere con l'invasione di auto dei bagnanti di Busa Giaretta.

bottarella scatena il caos

«Sabato, come sempre, regnava il caos totale», racconta un residente, «due auto si sono urtate. Qualche danno alle carrozzerie, ma nessuno si è fatto male, ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARMIGNANO DI BRENTA

Parcheggio selvaggio lungo il Brenta, due auto si scontrano e scoppia il caos, al punto che per sedare gli animi devono intervenire i carabinieri. È successo sabato in via Maglio, al centro di un esposto dei residenti costretti a convivere con l'invasione di auto dei bagnanti di Busa Giaretta.

bottarella scatena il caos

«Sabato, come sempre, regnava il caos totale», racconta un residente, «due auto si sono urtate. Qualche danno alle carrozzerie, ma nessuno si è fatto male, anche se un’anziana in macchina ha rischiato di finire in acqua. È nata una discussione tra diverse persone, tra cui residenti scesi in strada, e per poco non si mettevano le mani addosso». Per quietare gli animi, è stato chiesto l’intervento dei carabinieri. Si è Inoltre scoperto che una decina di auto parcheggiate lungo la stretta via erano state rigate con chiavi e oggetti contundenti. Nelle scorse ore, il 118 hanno inviato una lettera al Comune per manifestare le difficoltà incontrate nel pomeriggio di lunedì dai mezzi di soccorso per raggiungere Busa Giaretta e prestare le prime cure a un 19enne di San Pietro in Gu ferito dopo un tuffo dal trampolino.

sindaco in campo

A causa del parcheggio selvaggio, il personale sanitario è stato costretto a fare retromarcia e ha raggiunto il posto in elicottero. «Abbiamo già dato mandato ai legali perché agiscano contro il gestore della strada, ovvero il Genio civile, di competenza della Regione», le parole del sindaco Alessandro Bolis. «Avevamo anche inviato una lettera, sempre al Genio civile, per dare la nostra disponibilità a prendere in gestione l'argine».

ultimatum alla regione

Una iniziativa che al momento non ha avuto riscontri. «Ovviamente nella lettera abbiamo chiesto il ripristino del manto stradale, la nuova asfaltatura e la sistemazione delle fondazioni di sponda arginale per garantire la sicurezza dei residenti e degli agricoltori che la percorrono. Per ora nessuna risposta». «Ci è arrivata solo qualche promessa dalla Regione», osserva amaramente il primo cittadino, che torna alla carica: «Il Genio civile si prenda le proprie responsabilità: non possono essere i residenti a dover subire questi disagi, e sono disagi dovuti al fatto che chi ne ha la competenza non gestisce di fatto l'area». —

Silvia Bergamin

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI