Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Ci mancherà lo “zio” grande lavoratore e persona squisita»

«In questo momento non ho neppure la forza di parlare, è un dramma troppo grande per me». Poche parole, qualche singhiozzo, poi il silenzio del dolore. Così la compagna di Nicolae Toiu, il 49enne...

«In questo momento non ho neppure la forza di parlare, è un dramma troppo grande per me». Poche parole, qualche singhiozzo, poi il silenzio del dolore. Così la compagna di Nicolae Toiu, il 49enne rumeno morto mercoledì mentre era in sella al suo scooter in un incidente con un camion sulla Romea, all’altezza di Legnaro. Non ha voglia di parlare. Divideva con Nicolae la casa in via Don Giovanni Verità, alla Stanga, da tanti anni. Si erano trasferiti insieme quasi vent’anni fa da Targoviste, in ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

«In questo momento non ho neppure la forza di parlare, è un dramma troppo grande per me». Poche parole, qualche singhiozzo, poi il silenzio del dolore. Così la compagna di Nicolae Toiu, il 49enne rumeno morto mercoledì mentre era in sella al suo scooter in un incidente con un camion sulla Romea, all’altezza di Legnaro. Non ha voglia di parlare. Divideva con Nicolae la casa in via Don Giovanni Verità, alla Stanga, da tanti anni. Si erano trasferiti insieme quasi vent’anni fa da Targoviste, in Romania, dove entrambi hanno lasciato la propria famiglia d’origine: i genitori anziani e i fratelli del quarantanovenne.

molto educATO

«Lo incrociavo quasi ogni giorno, era una persona riservata ma molto educata, salutava sempre con un sorriso», ricorda un vicino di casa. L’improvvisa scomparsa di Nicolae, che lavorava come magazziniere e addetto alle vendite alla Comet, ha lasciato sconvolti tutti quelli che lo conoscevano. «Per tutti noi era “zio”», racconta addolorata la collega Rosy Tomarchio. «Era una persona dal cuore d’oro, rispettosa degli altri e un grande e instancabile lavoratore. Sempre con la sua sigaretta e un sorriso».

«Una persona squisita»

Un ricordo condiviso dai tanti amici e colleghi, che in queste ore stanno scrivendo frasi d’addio sulla su bacheca Facebook. «Se n’è andata via una persona fantastica. Era sempre disponibile per qualsiasi cosa. In tre anni che lo conosco non l’ho mai visto imbronciato, sempre sorridente e gentile, scherzava con tutti e si faceva amare da tutti», dice sconvolto l’amico Andrea Moccia. «Una persona squisita davvero, gli volevamo tutti un mondo di bene. Sinceramente sono ancora scioccato e ancora non ci voglio credere che sia successo proprio a lui». –

Alice Ferretti